Ancora allerta maltempo sull'Italia dove, in base alle previsioni meteo disponibili, il dipartimento di protezione civile nazionale ha emesso per la giornata di domani, venerdì 2 ottobre, un avviso di allerta rossa su parte del Veneto, allerta arancione in cinque regioni e allerta gialla in dieci regioni. L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, localmente intense, sulla Liguria, in estensione a Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Toscana. Dalle prime ore di domani, inoltre sono attesi venti da forti a burrasca, dai quadranti meridionali, con raffiche fino a burrasca forte, su Liguria, Toscana, Emilia-Romagna, in estensione a Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lazio. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento e inoltre ci saranno mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti  è stata valutata per domani, venerdì 2 ottobre, allerta rossa in Veneto. Prevista, inoltre, allerta arancione in Liguria e su settori di Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Allerta gialla, infine, su Valle D’Aosta, Trentino Alto Adige, su parte di Friuli Venezia Giulia, Toscana, Puglia e Calabria e sui restanti territori di Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto e Lombardia.  A causa di una nuova perturbazione che sta interessando l'Italia, infatti, per venerdì è atteso forte maltempo e fenomeni meteorologici molto intensi su diverse regioni, in particolare al centro nord.

In base a queste previsioni meteo, il dipartimento di protezione civile ha emesso per la giornata di domani, venerdì 2 ottobre, un avviso di allerta meteo rossa per elevata criticità per rischio idrogeologico per il Veneto: Piave pedemontano. Una allerta arancione per rischio idraulico sul Piemonte: Valli Orco, Lanzo e Sangone, Val Sesia, Cervo e Chiusella, Toce. Una Allerta arancione per rischio temporali su Emilia Romagna: Bacini emiliani occidentali; e su Liguria: Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Centro. Allerta arancione per rischio idrogeologico su Emilia Romagna: (Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale); Liguria (Bacini Liguri Padani di Ponente, Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Ponente, Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Centro); Lombardia (Media-bassa Valtellina, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Laghi e Prealpi Varesine, Valchiavenna); Piemonte (Valli Varaita, Maira e Stura, Valli Orco, Lanzo e Sangone, Val Sesia, Cervo e Chiusella, Toce, Pianura settentrionale, Scrivia
Belbo e Bormida, Valle Tanaro); Veneto: (Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Alto Piave)

Allerta gialla per rischio idraulico invece per
Calabria: Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale
Emilia Romagna: Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale
Friuli Venezia Giulia: Bacino di Levante / Carso, Bacino dell'Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia
Piemonte: Valli Varaita, Maira e Stura, Pianura settentrionale, Scrivia, Belbo e Bormida, Valle Tanaro
Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano
Veneto: Adige-Garda e monti Lessini, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Piave pedemontano, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso
2, Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Alto Piave

Allerta gialla per rischio temporali per
Calabria: Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale
Emilia Romagna: Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Bacini emiliani orientali, Bacini emiliani centrali
Liguria: Bacini Liguri Padani di Ponente, Bacini Liguri Marittimi di Ponente
Lombardia: Bassa pianura occidentale, Media-bassa Valtellina, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica, Alta
Valtellina, Valchiavenna, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale,
Appennino pavese
Puglia: Salento, Bacini del Lato e del Lenne
Toscana: Serchio-Garfagnana-Lima, Serchio-Costa, Lunigiana, Serchio-Lucca, Versilia
Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento

Allerta gialla per rischio idrogeologico per
Calabria: Versante Jonico Centro-settentrionale, Versante Jionico Centro-meridionale
Emilia Romagna: Bacini emiliani orientali, Bacini emiliani centrali
Friuli Venezia Giulia: Bacino dell'Isonzo e Pianura di Udine e Gorizia, Bacino del Livenza e del Lemene
Lombardia: Valcamonica, Alta Valtellina, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Appennino pavese
Piemonte: Valli Susa, Chisone, Pellice e Po, Pianura Cuneese, Pianura Torinese e Colline
Toscana: Serchio-Garfagnana-Lima, Serchio-Costa, Lunigiana, Serchio-Lucca, Versilia
Trentino Alto Adige: Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano
Valle d'Aosta: Valle d’Aosta centrale, Valle del Gran San Bernardo da Aosta a Valpelline,Valle di Saint-Barthélemy e Valtournenche, Valle
di Cogne, Valsavarenche e Valle di Rhêmes, Dorsale settentrionale e nord-occidentale, Valgrisenche e Valdigne, Bassa Valle d’Aosta, dalla
Gola di Montjovet a Pont-Saint-Martin, Valle del torrente Chalamy, Valle d’Ayas, Valle di Champorcher e Valle di Gressoney
Veneto: Adige-Garda e monti Lessini, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso
Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone