175 CONDIVISIONI
6 Settembre 2019
11:53

La Spezia, tragico incidente in moto a Santo Domingo: morto noto ristoratore, lascia tre figlie

Leo Reyes aveva 45 anni. Le due ruote la sua grande passione. Su Facebook aveva postato una foto profetica, una moto in piega e la scritta “Se un giorno la velocità si prenderà la mia vita, non piangete perché io stavo ridendo”. Il dramma a Santo Domingo, suo Paese d’origine, dove si trovava in ferie.
A cura di Biagio Chiariello
175 CONDIVISIONI

La telefonata arrivata ieri sera, intorno alle 22, dalla Repubblica Domenicana ha lasciato senza parole tutto il quartiere dell’Umbertino, a La Spezia, dove Leo Reyes, 45enne, viveva: il noto ristoratore è rimasto vittima di un terribile incidente stradale mentre si trovava in vacanza nella sua terra d’origine. A stroncare la sua è stata la sua grande passione per la moto. Un terribile schianto nell’isola caraibica nella zona di San Francisco de Macorís di cui era originario e dove si trovava attualmente in ferie. A Santo Domingo era il primo pomeriggio quando la triste notizia si è diffusa attraverso parenti e amici.

Leo lascia nel dolore le sue tre figlie, la più grande di 19 anni, che vivono a La Spezia con la mamma che Leo aveva conosciuto proprio nella città ligure e che aveva sposato e dalla quale, nel corso degli anni, si era poi separato. Aveva lavorato per molto tempo nel campo della ristorazione alle Cinque Terre. Sarebbe rientrato in Italia a metà settembre, ma il destino ha voluto diversamente. L’universo della motocicletta era nel DNA della famiglia Reyes. Anche il fratello maggiore aveva lo stesso amore e anche lui, tragicamente, aveva perso la vita in un incidente sulle due ruote qualche anno fa.

Ancora non si sa quando si svolgeranno i funerali e soprattutto dove, anche se pare certo che la salma non rientrerà in Italia e che Leo verrà sepolto nella sua terra d’origine. Tantissime su Facebook le dimostrazioni d'affetto e solidarietà nei confronti del 45enne ristoratore. Tra le sue foto, anche una che oggi appare profetica. Un motociclista in piega e la scritta: "Se un giorno la velocità si prenderà la mia vita, non piangete perché io stavo ridendo".

175 CONDIVISIONI
La mamma del neonato morto al Pertini: “Ho chiesto aiuto tre volte, non mi hanno mai ascoltata”
La mamma del neonato morto al Pertini: “Ho chiesto aiuto tre volte, non mi hanno mai ascoltata”
11.969 di Videonews
Tre giovani morti nell'incidente, i genitori hanno visto l’auto distrutta e hanno chiamato i soccorsi
Tre giovani morti nell'incidente, i genitori hanno visto l’auto distrutta e hanno chiamato i soccorsi
Il dolore della mamma di Nicolò, il bimbo morto soffocato dal tappo.
Il dolore della mamma di Nicolò, il bimbo morto soffocato dal tappo. "Come potrò vivere senza di lui?"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni