Dallo scorso luglio è costretto a vivere su un letto di ospedale in un paese che non è il suo e lontano dai propri cari, che hanno deciso di lanciare una campagna di raccolta fondi online su GoFundMe per mettere insieme, grazie alla solidarietà degli utenti, il denaro necessario per riportalo a casa. Alessio, 24 anni delle Marche, è rimasto vittima di un incidente mentre si trovava in vacanza ad Alicante, in Spagna. Era il suo primo viaggio da solo dopo aver cominciato a lavorare in Germania e a mettere da parte qualche risparmio. Voleva farsi un selfie dal Castello di Santa Barbara, ma ha perso l'equilibrio ed è volato giù da un dirupo per circa 25 metri, come riporta la stampa iberica. Soccorso immediatamente dai sanitari, la sua situazione è apparsa subito complicata: aveva riportato un trauma cranico gravissimo, due vertebre si erano spezzate e una caviglia frantumata. Poi il buio: Alessio è entrato in coma ed anche quando vi è uscito, è rimasto in uno stato vegetativo che persiste ancora oggi.

"Sono trascorsi tanti mesi cercando la via per riportarlo a casa, vicino a noi. Chiediamo un aiuto a tutti, per pagare il viaggio di un aeroambulanza privata per riportare a casa da noi, Alessio. Che possa almeno ricevere l'affetto che tutti noi vorremmo trasmettergli", è l'appello lanciato dalla mamma e dalle zie sulla famosa piattaforma di crowdfunding per permettergli di affrontare il viaggio e tornare in Italia. Al momento il ragazzo si trova all'Ospedale di Sant Vincent del Raspeig di Alicante, ma il loro obiettivo è quello di "farlo accogliere all'istituto di riabilitazione di Santo Stefano di Porto Potenza Picena, passando dall'ospedale Murri di Fermo". Dalla data che comunicherà loro il nosocomio spagnolo avranno pochissimo tempo a disposizione per il trasferimento. In totale, servono circa 25mila euro: "Dobbiamo rivolgerci ad una ditta privata di trasporti sanitari, necessaria è una aeroambulanza attrezzata per le specifiche problematiche di Alessio, con equipe medica di assistenza", hanno sottolineato, aggiungendo: "Noi siamo certi che lui sta lottando con grande coraggio. Noi crediamo in lui e speriamo che, con tutti i nostri cuori accanto, di vederlo riemergere da quello stato".