4.490 CONDIVISIONI
Opinioni
Processo sulla morte di Stefano Cucchi
3 Novembre 2018
15:49

Ilaria Cucchi: “Ricevo continue minacce e insulti, sembrano arrivare da poliziotti e carabinieri”

“Ho altre quattro denunce da presentare. Debbo andare al commissariato dove oramai mi reco ogni giorno. Le minacce ed insulti hanno più o meno la medesima targa politica. Spesso appaiono provenire da profili di poliziotti o carabinieri”, denuncia la sorella di Stefano, Ilaria Cucchi, su Facebook.
A cura di Charlotte Matteini
4.490 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Processo sulla morte di Stefano Cucchi

Ilaria Cucchi continua a ricevere minacce di morte a causa del suo impegno per arrivare a una verità giudiziaria sulla morte del fratello Stefano, deceduto 9 anni fa molto probabilmente a causa di un violento pestaggio dei carabinieri che lo avevano in custodia cautelare dopo l'arresto. "Oggi è sabato. I miei figli dormono. Io e Fabio abbiamo appena fatto colazione. Lui deve studiare un processo importante ed io vorrei stare in casa con lui.  Ma ho altre quattro denunce da presentare. Debbo andare al commissariato dove oramai mi reco ogni giorno. Le minacce ed insulti hanno più o meno la medesima targa politica. Spesso appaiono provenire da profili di poliziotti o carabinieri", scrive Ilaria Cucchi su Facebook.

"Mi rendo conto che queste non sono iniziative isolate ma coordinate tra loro. È diventata una vera e propria emergenza che sconvolge la mia vita quotidiana. Per non parlare delle telefonate mute.  Che devo fare Stefano mio? Evidentemente a qualcuno la verità non piace proprio.  Arriveremo in fondo ma a quale prezzo? Sono preoccupata per i miei figli e per i miei poveri genitori", conclude il post di Cucchi.

Già alcune settimane fa Ilaria Cucchi aveva denunciato pubblicamente gli insulti e le minacce che aveva ricevuto sui social. Non solo: a casa dell'abitazione dei genitori Cucchi è stata anche recapitata una lettera anonima scritta a mano con insulti alla sorella del geometra morto: “Dovreste essere voi, e non Salvini, a scusarvi per tutte le persone che suo figlio ha rovinato con la droga. Mi spiace abbia pagato con la vita, ma se l'è cercata”, si legge in una parte della lettera.

Non solo Ilaria Cucchi, nel mirino delle minacce social figura anche Francesco Tedesco, il carabiniere che a distanza di 9 anni ha confessato il violento pestaggio ai danni di Stefano compiuto insieme ai colleghi e co-imputati D’Alessandro e Di Bernardo.

4.490 CONDIVISIONI
Milanese, classe 1987, da sempre appassionata di politica. Il mio morboso interesse per la materia affonda le sue radici nel lontano 1993, in piena Tangentopoli, grazie a (o per colpa di) mio padre, che al posto di farmi vedere i cartoni animati, mi iniziò al magico mondo delle meraviglie costringendomi a seguire estenuanti maratone politiche. Dopo un'adolescenza turbolenta da pasionaria di sinistra, a 19 anni circa ho cominciato a mettere in discussione le mie idee e con il tempo sono diventata una liberale, liberista e libertaria convinta.
225 contenuti su questa storia
Processo Cucchi, pene più severe in appello: 13 anni ai carabinieri Di Bernardo e D'Alessandro
Processo Cucchi, pene più severe in appello: 13 anni ai carabinieri Di Bernardo e D'Alessandro
Ilaria Cucchi: "Abbiamo venduto la casa di Stefano, troppe spese per i processi"
Ilaria Cucchi: "Abbiamo venduto la casa di Stefano, troppe spese per i processi"
Caso Cucchi, i giudici: "Lo Stato ha il diritto di fare un prigioniero, ma non di disinteressarsene"
Caso Cucchi, i giudici: "Lo Stato ha il diritto di fare un prigioniero, ma non di disinteressarsene"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni