Il poliziotto alla guida della volante contro la quale la notte tra sabato e domenica a Cornigliano si è schiantato Sharmilan Bramanantha, uno scooterista di 25 anni,  è indagato dalla procura di Genova per omicidio stradale. Stando a quanto riferito dall’agenzia Ansa, l’iscrizione nel registro degli indagati dell’agente della questura  genovese sarebbe un “atto dovuto” per permettere agli inquirenti di disporre “accertamenti irripetibili”.

Sulla base dei riscontri effettuati dal personale della municipale incaricato dei rilievi sembra che la vettura delle forze dell'ordine abbia attraversato l'incrocio tra via Doufour e via Cornigliano con il semaforo rosso. La pattuglia stava infatti intervenendo a seguito di una segnalazione con i lampeggianti accesi, senza tuttavia accendere  anche la sirena che indica l'emergenza in corso e che – in caso di attivazione – sarebbe stata udita dal giovane motociclista. Proprio a metà dell'incrocio è infatti avvenuto lo scontro devastante con il motorino guidato da Bramanantha, passato col verde. Gli agenti avrebbero tentato di schivarlo ed evitare lo schianto ma non ci sono riusciti. La vittima aveva 25 anni, una moglie e un bambino di tre anni.

In attesa di fare piena luce sulla dinamica dell'incidente oggi potrebbe essere dato l’incarico al medico legale di eseguire l’autopsia sul corpo di Sharmilan Bramanantha, il giovane di origini cingalesi che era alla guida di un XMax 300. Le indagini sono state affidate alla sezione Infortunistica della Polizia Locale di Genova, che ha sequestrato le registrazioni delle videocamere di sicurezza della zona e i due mezzi coinvolti nell'incidente. Da una prima ricostruzione dei fatti, sembra che i poliziotti stessero intervenendo per un danneggiamento in un supermercato della Basko quando sono rimasti coinvolti nel drammatico incidente.