Tragico incidente nella notte tra venerdì e sabato lungo la strada che raggiunge Serra Sant’Abbondio in località Colombara, nel Pesarese. A perdere la vita un uomo di 45 anni, morto mentre stava tornando a casa, a Serra Sant’Abbondio. La vittima si chiamava Daniele Polselli, molto conosciuto nell’ambiente sportivo. Era era alla guida della sua Fiat Seicento, quando  – per cause ancora al vaglio dei carabinieri di Pergola – è uscito di strada precipitando con un volo di 5 metri circa, nella stradina sottostante che raggiunge una abitazione. A trovarlo, verso le 5 del mattino, è stato il figlio del proprietario del domicilio che stava tornando a casa. Ha dato subito l’allarme ma non c’è stato nulla da fare. Ha dato subito l’allarme e sul posto sono giunti il 118, i carabinieri di Cagli, di Pergola e i Vigili del Fuoco di Cagli, ma per Polselli purtroppo era già tardi. La vittima, durante il tragico volo, era stato sbalzata fuori dall’abitacolo. Il corpo è stato poi portato all’obitorio dell’ospedale di Pergola.

Chi era "l’Inzaghi dei dilettanti"

Diplomatosi ragioniere, figlio d’arte (il padre Vincenzo fu calciatore della Roma di Herrera e come compagni di gioco aveva Capello e Spinosi). Daniele Polselli aveva giocato come attaccante (era chiamato "l’Inzaghi dei dilettanti") in diverse squadre dilettantistiche della provincia di Pesaro, come si legge sul Resto del Carlino, tra cui Piobbico, Apecchio, Acqualagna, Serra Sant’Abbondio, ultimamente aveva intrapreso la carriera di allenatore guidando nelle ultime due stagioni la Frontonese in Seconda Categoria, per poi essere sostituito nel gennaio scorso.