Sopravvissuta all'esplosione di Parigi del 12 gennaio 2019, otto interventi chirurgici per ricostruire una gamba che da due anni non le dà tregua e una richiesta di risarcimento danni ancora in sospeso. È la storia di Angela Grignano, 26 anni, una ragazza siciliana rimasta gravemente ferita nell'esplosione di Parigi, che due anni fa causò la morte di 4 persone e il ferimento di altre 47 nel quartiere dell'Opéra, mentre stava lavorando in un hotel della zona. In Francia era arrivata da un mese inseguendo il suo sogno nel cassetto: diventare una ballerina. Per mantenersi aveva trovato lavoro come cameriera. Da quel giorno, però, la sua vita è cambiata del tutto. "Nonostante la mia vita sia terribilmente cambiata, non vengo ancora riconosciuta come vittima di quella maledetta esplosione – racconta la giovane siciliana – Sono viva per miracolo, ma questa situazione è veramente frustrante. Sono arrabbiata".

Angela Grignano è un fiume in piena. La incontriamo in un maneggio della sua città, Trapani, dove ha iniziato da poco a seguire un corso di equitazione. "Almeno andando a cavallo riassaporo quella sensazione che provavo quando correvo".

Il giorno dell'esplosione, Angela, lo ricorda molto bene. La sveglia presto al mattino per preparare e servire la colazione agli ospiti dell'hotel parigino che si trovava in rue de Trevise; poi il camion dei pompieri che si ferma all'ingresso di una boulangerie adiacente, il forte odore di gas, la mano sul volto per proteggersi istintivamente e l'improvvisa esplosione. Tre giorni in coma prima di risvegliarsi senza più l'uso della gamba sinistra che i medici volevano amputare ma che, miracolosamente, sono riusciti a salvare in extremis.

Adesso Angela Grignano, che è tornata a vivere nella sua Trapani, vorrebbe riavere solo un po’ di normalità.

Otto interventi chirurgici e una lunga riabilitazione non sono ancora bastati per tornare a camminare come prima. Nelle prossime settimane Angela Grignano dovrà tornare a Parigi per sottoporsi alla nona delicata operazione in due anni, mentre non potrà mai dimenticare quel giorno di due anni fa che le ha cambiato la vita per sempre.