Non ce l’ha fatta Sofia Perelli, una ventiduenne di Perugia portata in ospedale dopo che era stata soccorsa nelle acque di Sirolo (Ancona). La giovane donna era rimasta ferita dopo un tuffo e le sue condizioni erano apparse subito gravissime. Era l’8 agosto scorso quando, dopo un tuffo in mare, un’onda aveva scagliato la ragazza contro gli scogli. Sofia, che era in compagnia di una amica ventiseienne, era rimasta sott’acqua, in arresto cardiocircolatorio. Nonostante le difficili condizioni del mare era stata subito soccorsa da un'idroambulanza della Croce rossa di Ancona, all'altezza delle grotte di Sirolo, che l’aveva riportata a riva e da qui era stata trasportata all'ospedale di Torrette di Ancona. Ma purtroppo, nonostante gli sforzi dei medici, Sofia è morta dopo un'agonia di sei giorni. Dal giorno dell'incidente non aveva più ripreso conoscenza. Il decesso della giovane è avvenuto mercoledì scorso ma solo adesso è stata resa nota la notizia.

Il commovente post del fratello su Facebook – In tanti sui social hanno ricordato la giovane di Perugia. Commovente il post pubblicato su Facebook dal fratello Francesco: “Grazie amore mio, mia unica anima gemella, per essere stata la colonna della mia vita, regalami forza e amore per sempre, un grosso bacio il tuo francy per l'eternità”, ha scritto pubblicando uno scatto insieme alla ragazza. “In questo abbraccio tutto l'amore fraterno che ti accompagnerà per l'eternità, ora Sofia sei con Gaetano in Paradiso è non avrai paura perché ti accompagnerà lui stesso all'ingresso del Paradiso non aver paura, nessuno ti farà domande perché la tua infinita generosità sarà premiata per l'eternità!, ha scritto la mamma Valeria commentando il post. "Bastava una sola sua parola e mi sentivo meglio! Amavo tutto di lei", il commento di un'amica, Anna.