Un vero e proprio duello d'amore, un po' come quelli dei film ambientati nel ‘700-‘800 per capirci, avvenuto però realmente, nella nostra epoca. È quello andato in scena nella frazione di Guardia Mangano di Acireale, in provincia di Catania, dove due giovani che si sono sfidati per amore di una donna sono stati poi arrestati dai carabinieri della stazione di Guardia Mangano con l'accusa di rissa. Il duello d’amore prevedeva coltelli, tirapugni e “padrini”. Come tradizione vuole, l’appuntamento per il duello era all’alba in una strada del paese. A “duellare” c'erano un giovane di ventitré anni di Aci Catena e un ventunenne di Acireale. Tutto sarebbe iniziato nel momento in cui la fidanzata del primo avrebbe “gradito” alcune avances che le aveva fatto l'altro ragazzo anche se già impegnata. Da qui sarebbe scattata la richiesta di un chiarimento da parte del fidanzato della donna, infuriato per l’accaduto. A quanto ricostruito, i militari sono intervenuti dopo che il ventunenne ha finto di allontanarsi e ha investito con un'auto sia il rivale in amore che il “padrino”, anche lui di ventuno anni.

Tre ragazzi in ospedale, sul posto coltello e tirapugni – Il bilancio della rissa è di tre feriti: il ventunenne ha riportato una ferita lacero contusa alla tempia sinistra, il ventitreenne un trauma a un ginocchio e a una mano mentre il “padrino” ha riportato un trauma alla gamba destra, una emorragia e un ematoma a un muscolo di una gamba. Quest'ultimo è l'unico rimasto in ospedale per effettuare esami di approfondimento diagnostico. I militari intervenuti sul posto, che hanno bloccato e identificato gli attori della disputa, hanno anche sequestrato un coltello a serramanico e un tirapugni.