Anche quest’anno Nole Djokovic e Roger Federer si sfideranno nella finale del torneo di Wimbledon. Ma a differenza dello scorso anno il favorito è ‘Re Roger’ che in questa edizione dei ‘Championships’ sta forse, ed è incredibile dirlo e pensarlo, giocando il miglior tennis di tutta la sua carriera (che è stata eccezionale). Lo svizzero, alla ricerca dell’ottavo titolo sui prati londinesi (sarebbe record assoluto), battendo Murray si è qualificato per la decima volta per la finale. Djokovic, detentore del trofeo, ha sconfitto per l’ennesima volta Gasquet, bravissimo a giungere fino alle semifinali. Domani si giocherà la finale del torneo femminile. La favoritissima Serena Williams se la vedrà con la spagnola Muguruza. La Williams cerca il sesto titolo e soprattutto il terzo successo Slam del 2015.

Federer stellare – In tutto il torneo lo svizzero non ha avuto problemi, il servizio nelle prime cinque partite lo ha perso addirittura solo una volta. Ma i test, a onor del vero, non sono stati probanti. L’avversario odierno però faceva paura. Perché Andy Murray è il numero 3 del mondo, è uno che spesso ha fatto lo sgambetto a Federer e in passato ha pure vinto Wimbledon. Oggi però non c’è stato scampo per lo scozzese, che pure ha dato il massimo. Roger è stato perfetto e alla fine della partita era sorridente come forse non lo è stato mai. Perché giocare meglio di così è realmente difficile. I break sono stati chirurgici e sono arrivati in conclusione di ogni set. Federer, che se vincesse conquisterebbe il 18° Slam!!!, annovera un altro record. Perché era dal 1974 che un (quasi) trentaquattrenne non si qualificava per la finale di una prova dello Slam.

Djokovic autoritario – Richard Gasquet, l’eterno incompiuto, ha disputato forse le migliori due settimane di tennis della sua vita. Il francese, alla terza semifinale in un ‘Major’, dopo aver sconfitto Dimitrov, Kyrgios e Wawrinka (il vincitore del Roland Garros) ha perso però tre set a zero con Djokovic. Sconfitta poco amara, perché Gasquet non ha le armi per battere il serbo e perdere dopo aver giocato quasi alla pari tutto sommato non è un risultato negativo per un tennista che a ventinove anni sembra risorto e che torna nella top ten.

I risultati delle semifinali del Roland Garros 2015: Federer b Murray 7-5 7-5 6-4; Djokovic b Gasquet 7-6 6-4 6-4.