29 Settembre 2022
22:03

Rissa oscena a colpi di racchetta tra due tennisti, volano minacce: “Dopo sei andato a nasconderti”

Nel torneo Challenger di Orleans il francese Corentin Moutet e il bulgaro Adrian Andreev hanno dato vita a uno spettacolo osceno al termine dell’incontro di ottavi.
A cura di Alessio Morra

Il tennis un tempo era lo sport dei gesti bianchi, la classe e la sportività venivano sopra a ogni cosa. Pure per questo Federer e Nadal sono ammirati da tutti, perché in campo sono due grandi esempi. Ma in questo 2022 sui campi da tennis si sono visti tanti brutti episodi. Su tutti si ricorda la sfida di Wimbledon tra Kyrgios e Tsitsipas, un match senza esclusione di colpi, ma anche le recenti mattate di Medvedev e Bublik del torneo di Metz. Nel torneo challenger di Orleans il limite è stato ampiamente superato con una vergognosa rissa tra Andreev e Moutet, che hanno regolato alcuni conti in modo pessimo.

Questa settimana si disputano una serie di tornei ATP, si gioca a Seul, Sofia e a Tel Aviv, ma in campo maschile si tengono anche una serie di tornei challenger, quello più importante è quello di Orleans in Francia, dove oggi è capitato qualcosa di davvero incredibile al termine del match tra il bulgaro Andreev e il francese Moutet.

Corpo a corpo a fine match tra Andreev e Moutet.
Corpo a corpo a fine match tra Andreev e Moutet.

I due si sono affrontati la scorsa settimana a Genova, sempre in un challenger. Andreev si era imposto in rimonta per 6-4 al terzo set in un match durissimo. Evidentemente qualcosa deve essere successo sulla terra ligura e quel qualcosa è tornato a galla, le scorie le hanno buttate fuori al termine della partita di Orleans. Il bulgaro perde il primo set 6-3, ma poi ancora in rimonta vincendo due tie-break riesce a imporsi.

Quando finisce l'incontro i due giocatori si avvicinano alla rete per darsi la mano e se la danno, ma volano parole forti tra i due e velocemente si accende una rissa. I due tennisti vengono alle mani, e c'è anche una racchetta che vola, il giudice di sedia scende rapidamente e li divide, mentre i due giocatori continuano a dirsi parole vergognose. Qualcosa di davvero bruttissimo. Andreev e Moutet acquisiscono notorietà mondiale, ma non per un successo o un colpo vincente, ma per una rissa.

L’arbitro scende dal seggiolone e prova a dividere i due giocatori.
L’arbitro scende dal seggiolone e prova a dividere i due giocatori.

Dopo l'incontro Moutet sul suo profilo Instagram ha spiegato perché si era arrabbiato così tanto quando è terminato il match con Andreev a Orleans ed è stato durissimo: "Non mi scuso per quello che è successo a fine match. Quando un giocatore per due volte ti dice ‘Vaffa****' guardandoti negli occhi io non posso nascondermi e non posso non fargli capire che questo è sbagliato. A fine partita voi avete applaudito. Per voi ci sono cose accettabili, per me no".

Poi il francese spiega perché ha reagito così: "In ogni caso lui mi ha minacciato e mi ha chiesto di attenderlo all'uscita del campo. Cosa che ho fatto per dieci minuti, ma quando si è presentato era con sei persone della security che lo proteggevano. Ti sei nascosto. Io ho sentito bene le tue minacce. Attendo pazientemente e spero di avere la possibilità di fare due chiacchiere con te, con calma".

Tra Medel e Lautaro Martinez volano minacce:
Tra Medel e Lautaro Martinez volano minacce: "Ti aspetto fuori". Cosa è successo in campo
Nello spogliatoio del Belgio si è aperta la caccia alla talpa:
Nello spogliatoio del Belgio si è aperta la caccia alla talpa: "Se lo troviamo sarà la sua fine"
Rivedono la rissa nello spogliatoio ed esultano per la violenza: il video rubato dopo Zenit-Spartak
Rivedono la rissa nello spogliatoio ed esultano per la violenza: il video rubato dopo Zenit-Spartak
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni