Novak Djokovic positivo al test del Coronavirus. Il numero uno del tennis mondiale ha annunciato di aver contratto il Covid in occasione del tanto discusso Adria Tour. Nole, organizzatore del torneo a scopo benefico è uno dei quattro tennisti risultati contagiati nelle due tappe di Belgrado e Zara in cui ci sono stati match a porte aperte, assembramenti, feste e bagni di folla con i tifosi. Un comportamento irresponsabile che è stato oggetto degli attacchi sui social di un altro tennista, Nick Kyrgios che non le ha mandate a dire.

Djokovic positivo al Coronavirus dopo il tanto discusso Adria Tour

L'Adria Tour, il torneo di tennis benefico organizzato da Nole Djokovic si è concluso in anticipo e in malo modo. Dimitrov, Coric, Troicki e sua moglie incinta e lo stesso organizzatore e signora sono solo alcuni dei protagonisti risultati positivi al Covid. Una situazione che ha fatto suonare il campanello d'allarme dopo che i tennisti si erano resi protagonisti oltre che dei match disputati come se nulla fosse davanti ai tifosi, anche di eventi mondani. Da match di basket a incontri in piazza con i tifosi, fino a veri e propri party e serate in discoteca. Il tutto senza rispettare distanze di sicurezza e non utilizzando dispositivi di protezione. Gli organizzatori dell'evento a tal proposito hanno chiesto ad appassionati e spettatori di autoisolarsi per i prossimi 14 giorni.

Kyrgios attacca Djokovic dopo il party in discoteca

Pioggia di critiche dunque per gli organizzatori e anche per Novak Djokovic anche da parte di colleghi. Nick Kyrgios, tennista australiano tutto genio e sregolatezza, già nella giornata di ieri aveva "cinguettato": "Sciocca decisione di andare avanti con questi tornei di esibizione ‘a recupero rapido', ma è quello che succede quando si ignorano tutti i protocolli. Questo non è uno scherzo". Il numero 40 delle classifiche mondiali, dopo la notizia della positività di Nole è stato ancora più duro condividendo le immagini della festa in discoteca con protagonisti i tennisti che hanno partecipato all'Adria Tour. Giocatori letteralmente scatenati e a petto nudo, con Kyrgios che ha commentato: "Preghiere per tutti i giocatori che hanno contratto il Covid. Non ditemi più di essere "irresponsabile" o "stupido", questo le supera tutte".