251 CONDIVISIONI
6 Luglio 2014
19:12

Djokovic batte Federer e vince per la seconda volta a Wimbledon

Il serbo, che ha vinto in cinque set (6-7 6-4 7-6 5-7 6-4), da domani sarà nuovamente il numero 1 del mondo.
A cura di Alessio Morra
251 CONDIVISIONI

Nole Djokovic ha vinto per la seconda volta il torneo di Wimbledon. Il serbo ha battuto in cinque set (6-7 6-4 7-6 5-7 6-4) Roger Federer, che cercava di vincere per l’ottava volta il più prestigioso torneo di tennis. Djokovic, che domani tornerà numero 1 del mondo, vince nuovamente ‘in coppia’ con Petra Kvitova, ieri vincitrice sulla canadese Eugenie Bouchard. Entrambi hanno vinto nel 2011 e nel 2014. In questa edizione per la prima volta ha fatto festa l’Italia con Sara Errani e Roberta Vinci, vincitrici del torneo di doppio.

Basta parlare di finale di Wimbledon per dare interesse a qualunque tipo di match. Ma oggi di motivi d’interesse ce n’erano tantissimi. Perché sulle panchine di Djokovic e Federer ci sono Boris Becker e Stefan Edberg, due erbivori meravigliosi che tra l’88 e il ’90 si sono sfidati per tre volte in finale a Wimbledon (con due vittorie a uno per lo svedese). In più c’erano i record, positivi per Federer, alla ricerca del 18° titolo Slam (il record già è il suo) e l’ottavo Wimbledon, e negativi per Djokovic, che è sceso in campo con il peso di tre finali Slam perse negli ultimi dodici mesi, un mese fa a Parigi è stato sconfitto da Nadal. Il serbo, però, come contraltare avevo lo stimolo del ritorno al vertice perché vincendo in un sol colpo Nole avrebbe tolto Wimbledon a Federer e la prima poltrona Mondiale a Nadal.

Il primo set è rapidissimo. I due velocemente giocano i primi nove game. Roger esce bene da una buca pericolosa nel decimo game e soprattutto è favoloso nel tie-break, in cui con un dritto favoloso annulla un setpoint al suo avversario, che cede 9 punti a 7. In avvio di secondo set Nole cade, sembra essersi fatto male alla caviglia e chiama il trainer. Falso allarme. Lo svizzero, stanco dopo il faticoso finale di set, cede per la prima volta il servizio nel terzo gioco e non riesce più a riagganciare l’avversario che si aggiudica la seconda partita per 6-4. La terza sembra essere quella decisiva, perché in un modo o nell’altro si deve rompere l’equilibrio. Il servizio fenomenale tiene a galla Roger (game perfetto sul 4-4!), che salva due delicate pallebreak sul cinque pari. Nel tiebreak Federer commette due errori, Nole si porta avanti due set a uno. Il serbo nel quarto set vola sul 3-1, sembra finita, ma non è così. Arrivano altri due break, uno per parte. Djokovic prova ad aizzare il pubblico, che è tutto o quasi dalla parte del ‘vecchio’ campione. Sul 5-3 Nole serve per il match, ma perde il servizio. Perché Federer è stellare. Nel gioco successivo Djokovic arriva a matchpoint, ma Roger con un ace lo cancella e poi si porta sul cinque pari. Il finale è tutto dello svizzero che in modo fantastico allunga il match al quinto! L’ultimo set è bellissimo l’intensità è straordinario. Nole e Roger giocano benissimo, il break decisivo arriva nell’ultimo game. Djokovic per la seconda volta è il Campione di Wimbledon, il serbo ha conquistato il settimo titolo Slam.

Finale uomini: Djokovic b Federer 6-7 6-4 7-6 5-7 6-4.

251 CONDIVISIONI
Wimbledon, Djokovic batte Berrettini 6-7 6-4 6-4 6-3 e vince il trofeo: 20° Slam per Nole
Wimbledon, Djokovic batte Berrettini 6-7 6-4 6-4 6-3 e vince il trofeo: 20° Slam per Nole
Djokovic, dopo Wimbledon e il 20° Slam un altro "premio" speciale: i complimenti di Federer
Djokovic, dopo Wimbledon e il 20° Slam un altro "premio" speciale: i complimenti di Federer
Federer batte anche Norrie: agli ottavi di Wimbledon la sfida con Sonego
Federer batte anche Norrie: agli ottavi di Wimbledon la sfida con Sonego
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni