Lewis Hamilton pochi giorni fa ha vinto il settimo titolo Mondiale della sua carriera, eguagliando così il primato di Michael Schumacher. In Turchia l'inglese ha scritto la storia ma nonostante ciò si trova in una situazione anomala. Perché con il campionato conquistato, e sole tre gare da disputare, non ha ancora rinnovato il contratto con la Mercedes, e la stagione 2021 non è così lontana. Il mistero aumenta. Lui ha detto di sentirsi bene e di voler continuare a correre, ma Toto Wolff ha dichiarato che prima della fine del 2020 non ci saranno annunci, queste parole alimentano una serie di speculazioni.

Il rinnovo di Lewis Hamilton con la Mercedes

Sette campionati con le Frecce d'Argento: sei titoli vinti, e uno sfiorato – Rosberg nel 2016 vinse per soli tre punti, e nel 2021 le regole saranno ancora le stesse. Perché andare via? Una risposta precisa non c'è e nessuno sa quale può essere. Le ultime indiscrezioni parlano, però, di un accordo biennale fino al 2022. Fosse così Hamilton sarebbe in pista anche nella stagione in cui cambieranno i regolamenti e la competizione sarà molto probabilmente diversa, con un maggiore equilibrio.

Toto Wolff e il rinnovo del contratto di Hamilton

Al sito racefans.net Toto Wolff, il Team Principal della Mercedes, ha detto che l'accordo per il rinnovo del contratto con Hamilton non arriverà molto presto, e anzi dovrebbe esserci direttamente nel 2021. Così ci sarà una situazione strana con la Mercedes e Hamilton che restano in sospeso: "Non è che ci manchi il tempo, ma non voglio mettere alcuna pressione né darci delle scadenze. Quando sarà tutto pronto annunceremo il rinnovo, ma non abbiamo fretta". Il rinnovo di Lewis arriverà e firmerà pure Wolff che rimarrà alla Mercedes: "Senza la lotta contro il cronometro la nostra vita non sarebbe la stessa, o quantomeno non così divertente. In più il 2022 rappresenta una sfida che dà tanti stimoli. Al momento immagino che il nostro sodalizio andrà avanti ancora per molti anni".