Pazzo epilogo per il GP d'Italia, ottavo appuntamento del Mondiale 2020 di Formula 1. Sul circuito di Monza ad assicurarsi il successo è stato infatti il pilota francese dell'Alpha Tauri Pierre Gasly che ottiene così la sua prima vittoria in Formula 1. Il 24enne di Rouen che vive a Milano ha resistito all'attacco finale di Carlos Sainz e ha centrato l'insperato risultato.

Grande prova di abilità del transalpino classe '96 che si aggiudica dunque il GP d'Italia più pazzo del nuovo millennio. Favorito sì dagli incidenti di Magnussen prima e di Charles Leclerc poi e dalla penalizzazione inflitta a Lewis Hamilton per essere entrato in pit-lane con semaforo rosso, sono tanti i meriti del campioncino dell'Alpha Tauri che ha regalato alla scuderia di Faenza il secondo successo della sua storia in Formula 1 (dopo quello ottenuto da Sebastian Vettel nel 2008 sempre a Monza quando la scuderia si chiamava ancora Toro Rosso).

Queste le parole a caldo di un incredulo Pierre Gasly prima di salire sul gradino più alto del podio all'Autodromo di Monza che ricorda : "Onestamente, è incredibile, non sono sicuro di rendermi conto di quello che sta succedendo in questo momento, è stata una gara così folle. Ho passato così tanto nell'arco di 18 mesi, il mio primo podio l'anno scorso e ora la vittoria a Monza". 

Il pilota francese ha poi voluto ringraziare il suo team, l'Alpha Tauri, per quello che ha fatto per lui non soltanto oggi (dove comunque ha avuto un ruolo determinante nel successo azzeccando, con un po' di fortuna, sia il momento per effettuare il pit-stop e la strategia delle gomme) ma in tutta la sua carriera: "Non ho parole. Questa squadra ha fatto tanto per me, mi hanno dato la mia prima opportunità in F1, mi hanno dato il mio primo podio, e ora la mia prima vittoria".