Dopo le non esaltanti prestazioni nei test prestagionali di Barcellona, la Ferrari è corsa ai ripari lavorando sull'evoluzione del motore della SF1000 per ricucire il gap che sembra esserci con le rivali Mercedes e Red Bull. Nell'esordio stagionale, previsto per il week end del 5 luglio in Austria sul circuito di Spielberg, non tutti gli aggiornamenti sviluppati dal Cavallino saranno disponibili, ma vi saranno due importanti novità che fanno ben sperare in vista dell'avvio del Mondiale 2020 di F1 posticipato di quasi quattro mesi rispetto al programma originale a causa dell'emergenza sanitaria globale legata alla pandemia da Coronavirus (qui gli aggiornamenti con le ultime notizie dall'Italia e dall'estero).

Ferrari F1: primi aggiornamenti della SF1000 già in Austria

Secondo alcune indiscrezioni, infatti, in Austria le monoposto di Charles Leclerc e Sebastian Vettel disporranno di un nuovo cambio nonché una nuova power unit che andranno ad incidere sia sulla guidabilità che sulle prestazioni della SF1000. La nuova struttura del cambio sarà più rigida e dovrebbe migliorare la maneggevolezza della vettura così come prestazione e durata degli pneumatici. Di contro però potrebbe far perdere qualcosa in termini di leggerezza e aerodinamicità. Non è ancora chiaro se questo aggiornamento sarà disponibile anche per i team clienti Haas e Alfa Romeo.

Power Unit da 15 CV in più per Vettel e Leclerc

La nuova power unit che farà il suo esordio a Spielberg invece farà guadagnare alla Rossa ben 15 CV di potenza in più rispetto a quella utilizzata durante i test prestagionali e portata in Australia per quello che doveva essere il debutto stagionale poi cancellato a causa del Coronavirus. Ed è stato proprio lo stand-by causato dall'emergenza sanitaria a permettere, rispettando i termini di regolamento,  questo cambiamento rispetto alla power unit prevista per il GP di Melbourne che quindi andrà "in pensione" senza essere mai stata utilizzata in gara. Per quanto riguarda tutte le altre evoluzioni tecniche e aerodinamiche della SF1000 su cui la casa di Maranello sta lavorando bisognerà invece attendere i gran premi successivi.