Sedato. Respira attraverso un ventilatore meccanico. Le condizioni di Fausto Gresini restano gravi e preoccupanti. Il team manager della MotoGp, è ricoverato da fine dicembre per il Covid all'Ospedale Maggiore di Bologna. Il virus lo ha colpito duramente ai polmoni e ogni giorno che passa è scandito dall'ansia, perché possa migliorare e risvegliarsi, dalla paura che non ce la possa fare e dalla speranza che il suo spirito da combattente – lo stesso esibito in pista da pilota – lo aiuti a superare questo brutto incubo. Lui dorme, i familiari gli sono accanto e il mondo del motori fa il tifo per rivederlo di nuovo al paddock, a bordo pista, con le cuffie in testa e il viso incollato al monitor.

Il bollettino medico sulle condizioni di Gresini

A parlare dell'ultimo bollettino medico è il dottor Nicola Cilloni. È lui a pronunciare anche parole incoraggianti quando definisce Gresini, oggi 59enne e in terapia intensiva, "cosciente e combattivo quando viene periodicamente svegliato". È lui a spiegare come sta l'ex pilota campione del mondo nella classe 125.

Purtroppo, le condizioni generali di Fausto sono ancora gravi – ha ammesso il medico -. I polmoni, colpiti duramente dalla malattia e da una sovrapposta infezione, riescono a dare ossigeno al sangue solo aiutati dalla macchina per la ventilazione meccanica. Ecco perché è ancora necessario che il paziente sia addormentato così da permettere al ventilatore meccanico di funzionare correttamente.

A fine dicembre il ricovero a causa del Covid

Fausto Gresini era risultato positivo al Covid a fine dicembre: il 27 scopre di essere stato contagiato e dopo un primo ricovero nel nosocomio Imola è stato condotto all'ospedale Maggiore di Bologna. Dal 30 dicembre, infatti, è curato e costantemente monitorato in un reparto meglio attrezzato anche per casi del genere. Le sue condizioni non sono stabili anche se nei giorni scorsi non erano mancati segnali di miglioramento. Sua moglie, Nadia, gli aveva anche fatto visita prima di un peggioramento improvviso dal quale il team manager non si è ancora ripreso.