Marc Marquez è caduto alla curva 4 nel corso della libere 3 del GP di Spagna a Jerez. Lo spagnolo, che è tornato da poco in pista dopo il brutto infortunio al braccio, è caduto sul lungo sinistra perdendo l’appoggio e rotolando nella sabbia fino ad andare a sbattere contro le barriere morbide. Moto distrutta e pilota un po’ intontito, ma per fortuna si è rialzato senza conseguenze e il braccio destro sembra a posto. Le condizioni del pilota spagnolo hanno subito preoccupato il team della Honda che ha visto Marquez piegato a terra e visibilmente preoccupato.

È stato immediato l'intervento dei soccorritori preoccupati per le condizioni del pilota spagnolo che però si è rialzato con le proprie gambe e ha raggiunto i box a bordo di uno scooter. L'otto volte campione del mondo è stato immediatamente avvincano dal dottor Chartre che si è andato subito a sincerare delle sue condizioni. Non dovrebbe essere nulla di grave ma è chiaro che lo spavento sia stato tanto anche perché la moto è completamente distrutta.

La caduta sullo stesso circuito in cui si infortunò al braccio l'anno scorso

Destino davvero strano quello che ha visto protagonista Marc Marquez che oggi è tornato in pista proprio su quel circuito dove il 19 luglio cominciò il suo incubo, con la caduta e il lungo stop che ha compromesso anche la sua carriera. Era il primo GP del Mondiale 2020 e Marc Marquez sul circuito di Jerez de la Frontera fu protagonista di una brutta caduta mentre era in lotta per il 2° posto. Lo spagnolo subì una frattura all'omero destro che ha poi compromesso tutto il resto del Mondiale.

Marc Marquez fu così operato dal dottor Mir che inserì una placca per ridurre le tre fratture subite all'omero del braccio destro. Nonostante i primi tentativi di rientro lo scorso 25 luglio in Andalusia, Marquez ha poi deciso di saltare il Mondiale per recuperare al meglio e non forzare il rientro. Oggi la caduta sempre su quel maledetto circuito che sembra davvero off limits per lui.