Il vincitore Ruben Guerreiro – Twitter Giro d’Italia
in foto: Il vincitore Ruben Guerreiro – Twitter Giro d’Italia

Dopo la vittoria di Alex Dowsett nella ottava tappa, che ha regalato al team israeliano della ‘Israel Start-Up Nation' la prima storica affermazione in una grande corsa a tappe, il Giro d'Italia si è spostato in Abruzzo per i 208 chilometri che separano San Salvo da Roccaraso. Partiti sotto un cielo scuro, che nel corso della nona tappa della corsa in rosa ha anche reso ancor più difficile il tragitto con forte vento e pioggia, i corridori hanno dovuto affrontare ben quattro gran premi della montagna prima dei 10 km di salita finale (con pendenza dal 5,6 al 12% nell'ultimo tratto) verso il traguardo di Roccaraso.

A fare il passo e a lanciare la fuga, partita quando mancavano ancora 110 km all'arrivo, è stato un gruppo di sette ciclisti che chilometro dopo chilometro hanno guadagnato terreno sul resto della comitiva e sul gruppo della maglia rosa, dove il leader Joao Almeida ha marcato stretto Vincenzo Nibali. Al termine della lunga e faticosa arrampicata verso la località turistica dell'Appennino Abruzzese, a giocarsi lo sprint finale sono stati lo spagnolo Castroviejo e il portoghese Guerreiro: quest'ultimo in grado di piazzare lo strappo decisivo e alzare le braccia al traguardo prima del rivale e del danese Bjerg.

Tappa da dimenticare per Vincenzo Nibali

Non è stata una giornata indimenticabile per la maglia rosa Joao Almeida e per i suoi diretti rivali. Il leader del Giro d'Italia ha infatti chiuso a 1’56” dal vincitore, mentre Kelderman e Fuglsang hanno chiuso a 1’38” da Guerreiro. Anche lo stesso Nibali non è riuscito a confermare quanto di buono fatto vedere nella terza tappa con arrivo sull'Etna. Lo squalo ha infatti faticato a stare a ruota dei primi e, nonostante il lavoro della squadra, nell'ultimo chilometro è crollato terminando la sua corsa attardato di 14 secondi rispetto a Kelderman e Fuglsang. Ha invece limitato i danni Domenico Pozzovivo, transitato sul traguardo a soli sei secondi dall’olandese e dal danese.

In attesa della decima tappa, la la Lanciano-Tortoreto di 177 chilometri, in programma martedì 13 ottobre dopo il primo giorno di riposo, la nuova classifica generale vede sempre in maglia rosa Almeida con con 30″ su Kelderman e 39″ su Bilbao. Più staccati Pozzovivo (a 53″), Nibali (57″), Fuglsang (1'01") e Vanhoucke (1'02").