36 CONDIVISIONI

Un calciatore di Cuba chiede la maglietta ad un russo, ma non può dargli la sua: ne ha soltanto una

Il terzino della nazionale di Cuba Fabian Gloor ha chiesto la maglia al russo Miranchuk dopo il fischio finale dell’amichevole persa dai caraibici per 8-0. Il calciatore atalantino ha chiesto in cambio quella dell’avversario, ma ha ricevuto un rifiuto.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Paolo Fiorenza
36 CONDIVISIONI
Immagine

Isolata in campo internazionale in seguito all'invasione dell'Ucraina, la Russia è esclusa da tornei ufficiali e può giocare solo gare amichevoli con chi sia disposto a farlo. La selezione allenata da Valery Karpin negli ultimi mesi è scesa in campo con Qatar, Camerun, Kenya e due giorni fa contro Cuba, battuta sonoramente 8-0 a Volgograd, con l'atalantino Miranchuk a segno tra gli altri. La partita ha vissuto dopo il fischio finale un'appendice che dà l'idea della differenza organizzativa e di risorse tra la nazionale caraibica e il calcio europeo: il cubano Fabian Gloor ha chiesto la maglia ad un avversario, ma non ha potuto ricambiare il gesto come tradizionalmente si fa nel terzo tempo.

Davanti a oltre 40mila spettatori, la Russia ha travolto Cuba sotto 8 reti: dopo il primo tempo chiuso sul 3-0, il risultato è diventato pesantissimo nella ripresa con altri 5 gol, che sarebbero potuti essere 6 se il portiere cubano non avesse parato all'85' un rigore a Pinyaev. È la vittoria più grande per la squadra guidata da Karpin da quando è stata esclusa dalle competizioni internazionali a causa dello scoppio della guerra in Ucraina nel febbraio 2022.

Il clima amichevole è proseguito anche dopo il fischio finale e il 21enne Gloor è andato fuori lo spogliatoio russo per chiedere la maglia a Miranchuk: richiesta esaudita calorosamente, senza tuttavia essere contraccambiato. Al russo è venuto naturale chiedere in cambio come d'abitudine la maglietta del giovane terzino, ma con grande sorpresa ha ricevuto un rifiuto.

Gloor ha spiegato che non poteva farlo, perché i giocatori cubani dispongono di una sola divisa da gioco e ognuno di loro ne è responsabile. Il ragazzo si è scusato con Miranchuk, il quale dal canto suo ha capito perfettamente la situazione e ha dato la sua maglia all'avversario.

36 CONDIVISIONI
Spalletti li ha beccati, è durissimo: "La Playstation alle 4 di notte prima della partita mai più"
Spalletti li ha beccati, è durissimo: "La Playstation alle 4 di notte prima della partita mai più"
Medvedev sfiancato dalla finale con Sinner si ritira da Rotterdam: "Il mio corpo non è pronto"
Medvedev sfiancato dalla finale con Sinner si ritira da Rotterdam: "Il mio corpo non è pronto"
Ceferin non si ricandiderà alla presidenza dell'Uefa: nel 2027 finirà il suo mandato
Ceferin non si ricandiderà alla presidenza dell'Uefa: nel 2027 finirà il suo mandato
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views