Un quarto d'ora. Nemmeno il tempo di accomodarsi, allacciare la cintura e decollare che l'aereo sta per atterrare. È il viaggio della Juventus diretta a Genova per la gara di campionato contro il Grifone. Perché i bianconeri hanno scelto di spostarsi in volo privato e non in bus per coprire una distanza di 180 chilometri? Un cambio di programma rispetto alle abitudini che ha una ragione precisa: raggiungere il capoluogo ligure su gomma avrebbe comportato una serie di disagi legati alle condizioni del traffico per i tanti cantieri aperti lungo le arterie della regione. In particolare i tratti indicati sull'A7, sull'A10 e sull'A26 oltre alla bretella di asfalto e viabilità che fa parte della cintura di Genova.

Tempi di percorrenza più lunghi a causa delle code e del traffico congestionato avrebbero inficiato il trasferimento nel capoluogo ligure ecco perché la Juventus s'è recata all'aeroporto di Caselle per imbarcarsi sul volo privato e raggiungere lo scalo genovese. Toccata e fuga: questa sera giocherà la gara di campionato poi tornerà a Torino senza correre il rischio di restare imbottigliata nel traffico.

Torino-Lazio alle 19.30, Genoa-Juventus alle 21.45: sono le due partite che aprono la 29sima giornata di Serie A. Il turno infrasettimanale potrebbe essere decisivo anche per dare uno scossone ulteriore alla classifica. Sono quattro i punti di vantaggio dei bianconeri sui capitolini, un buon margine che permette di gestire – complice il calendario – il primato. Quale formazione andrà in campo a Marassi? La novità nel tridente offensivo potrebbe essere l'inserimento di Bernardeschi accanto a Dybala e Cristiano Ronaldo. Gonzalo Higuain c'è ma non in condizioni tali da essere schierato dal primo minuto. In difesa rientra Danilo, sistemato sulla corsia di sinistra al posto di Alex Sandro (infortunato).