Il nuovo Torino di Longo provava il riscatto in casa contro la Sampdoria che però si è trasformato nell'ennesimo ko. Una possibilità importante per fare bene davanti al proprio pubblico e ritrovare l'armonia perduta nelle ultime settimane, sotterrata dalla reazione della Sampdoria che in 10 minuti nella ripresa fa tre gol e ribalta il risultato. Per Ranieri, un sorriso, con la ritrovata continuità per una Samp sempre sull'orlo del baratro, con la zona rossa della retrocessione ad un passo.

Un primo tempo sotto tono, bene Sirigu su Ramirez

Un primo tempo giocato in tono minore da due squadre che continuano ad essere in convalescenza. Il Torino di Longo era il più atteso soprattutto dai propri tifosi assiepati sulle tribune in attesa di riscatto. Un riscatto che nei primi 45 minuti non è arrivato contro una Sampdoria perfetta nell'anestetizzare il match e portarlo sui binari preferiti: ritmi bassi alla ricerca di lampi vincenti alla prima occasione. Le emozioni nella prima metà di match, comunque, si contano sulle dita di una mano: al 18′, il Torino prova a reclamare un rigore per atterramento di Belotti che l'arbitro non concede; al 31′ Ramirez ci prova dalla distanza ma Sirigu è più che attento alla deviazione di pugno.

Verdi gol capolavoro

Nella ripresa sia Longo che Juric non effettuano cambi provando a fidarsi degli undici iniziali ma il secondo tempo è meno avaro di emozioni. Il Torino accelera i tempi e si porta in vantaggio al 56′ grazie a Verdi. Con un ottimo scatto in area, si fionda per raggiungere il cross sul quale riesce a colpire alla perfezione: la palla schizza in rete dopo aver baciato la base del palo di destra lasciando il portiere della Sampdoria pietrificato.

Ramirez e Quagliarella ribaltano tutto

La reazione dei blucerchiati non tarda e arriva l'1-1 poco dopo grazie ad uno dei migliori in campo, Ramirez. Al 71′ il doriano realizza con una splendida punizione nel ‘sette' di destra contro cui Sirigu nulla può. E cinque minuti dopo ancora ‘Gaston' beffa la difesa granata per l'1-2 doriano. Il Toro va in bambola, Izzo su Quagliarella compie fallo da ultimo uomo al 76′: rosso e rigore di Quagiarella che fa il 3-1, di forza al centro, bucando ancora Sirigu.