Qualcuno forse ricorda Lucas Ocampos che, tra il 2016 e il 2017 giocò anche in Serie A, con due maglie diverse, quelle del Genoa e del Milan. In totale, l'argentino segnò tre gol in 26 presenze per poi ripartire senza troppi rimpianti da dove era giunto, l'Olympique Marsiglia. A distanza di quattro anni, l'attaccante sudamericano torna sulle cronache sportive, questa volta vestendo i colori del Siviglia e giocando nella Liga spagnola. Motivo? Nell'ultima partita disputata contro l'Eibar è stato l'assoluto protagonista in campo, diventando determinante per la vittoria del Siviglia prima segnando la rete che risulterà decisiva e poi finendo in porta, parando tutto il possibile per difendere il risultato.

L'incredibile Ocampos-show che sta facendo impazzire i tifosi spagnoli è andato in scena lunedì sera per la 34a giornata di campionato che vedeva di fronte Siviglia ed Eibar. I padroni di casa hanno vinto di misura, proprio grazie ad una rete segnata dall'attaccante argentino, che in stagione ha già segnato 15 reti in 36 uscite ufficiali tra campionato e coppe. Un momento d'oro per il classe 94, scuola River Plate, arrivato a Siviglia nel 2019 e oggi finalmente un talento maturo e sbocciato in tutto il suo splendore.

Nella partita contro l'Eibar, Ocampos è stato il classico VMP, il migliore in campo dimostrando di saper fare tutto e bene. Prima ha segnato la rete della vittoria che è valsa tre punti fondamentali per il Siviglia in chiave classifica (quarto a 60 punti, in piena zona Champions League), poi nel concitato finale di gara ha saputo vestire anche i panni del portiere andando a sostituire l'infortunato Vaclik, con tutti i ambi già effettuati. Salvando il risultato: quando il portiere avversario Dimitrovic ha provato la disperata rete del pareggio, si è visto negare la gioia proprio da Ocampos che nell'ultima azione ha parato e mantenuto la propria porta inviolata.

L'eroe di Siviglia è letteralmente rinato, sia tatticamente che qualitativamente in Spagna. Ocampos, che veste anche i colori della nazionale Argentina dal 2019, a 26 anni è considerato uno degli attaccanti più completi in Liga, con un contratto che andrà in scadenza solo nel 2024 ma con un cartellino che vale già oltre 35 milioni di euro.