1 Novembre 2022
10:56

Setien non dimentica il Barcellona e attacca: “Mi hanno deluso e mi devono ancora dei soldi”

Il tecnico spagnolo, che da pochi giorni è diventato l’allenatore del Villarreal dopo l’addio di Emery, in un’intervista ha sparato a zero contro il Barcellona.
A cura di Alessio Morra

Quique Setien è passato alla storia del calcio e in particolare del Barcellona per essere l'allenatore della più pesante sconfitta europea dei catalani, che nell'agosto del 2022 vennero eliminati nei quarti di Champions League dal Bayern Monaco che vinse addirittura per 8-2. La carriera di Setien in quel momento è girata ed è rimasto fuori dal grande giro del calcio spagnolo fino alla scorsa settimana, quando il Villarreal di corsa lo ha chiamato per sostituire Emery, che ha deciso di cambiare aria e campionato a metà stagione, passando all'Aston Villa. Setien non ha iniziato con il piede giusto, non ha forse tanto da dimostrare, ma di sicuro ha un'enorme voglia di riscatto e ha ancora il dente avvelenato con il Barcellona.

Setien è stato calciatore per vent'anni, ha giocato anche con l'Atletico Madrid e con la Spagna ha preso parte pure a un Mondiale, da calciatore ha fatto una gavetta infinita, a suon di promozioni si è guadagnato la Liga, due ottime stagioni alle Canarie con il Las Palmas prima del passaggio al Betis Siviglia, squadra che ha riportato nei piani alti della classifica. Il bel gioco è stato il tratto distintivo delle sue squadre. Il suo lavoro era stato talmente apprezzato che nel 2018 ci fu anche lui tra i candidati per la panchina della nazionale spagnola.

Il Barcellona lo ingaggia, a sorpresa, a gennaio 2020. Quando salta Valverde, che pure aveva vinto due titoli consecutivi, Setien inizia con un po' di fatica, soprattutto con lo spogliatoio, che non riesce a gestire. Ma a un lungo contratto e va avanti, chiude secondo, vince 13 partite nella Liga su 19. Bilancio buono. Ma in Champions naufraga, addio scontato e carriera praticamente finita. Perché Setien praticamente scompare, poi la proposta del Villarreal, accetta di buon grado e torna in sella, anche se il mondo del calcio a causa dei Mondiali in autunno e non è semplice subito trovare la quadra con la nuova squadra.

Avvio complicato. Setien ha conosciuto la squadra il martedì e il giovedì era già in panchina, 2-2 in Conference League, poi ko in campionato curiosamente contro Valverde, impostosi 1-0 con l'Athletic Bilbao. In attesa di trasmettere gioco e idee, il tecnico in un'intervista a Onda Cero ha rifilato una stoccata al Barcellona e non ha risparmiato nemmeno Messi: "Il Barça mi deve ancora dei soldi. Messi? Non so valutare se sono rimasto deluso da lui o meno. Ci sono cose che mi sono piaciute, altre meno e ho dovuto affrontarle. Non pensavo di allenare il Villarreal, avevano un allenatore che stava facendo molto bene, ho avuto proposte dagli Stati Uniti ma non ci sono voluto andare".

Ancelotti provocato dopo la disfatta in Supercoppa:
Ancelotti provocato dopo la disfatta in Supercoppa: "Questa è una mancanza di rispetto"
Il Sassuolo scappa con Ferrari, Caprari lo riprende: il Monza di Palladino non perde più
Il Sassuolo scappa con Ferrari, Caprari lo riprende: il Monza di Palladino non perde più
La Supercoppa salva Skriniar dalla contestazione dei tifosi dell'Inter:
La Supercoppa salva Skriniar dalla contestazione dei tifosi dell'Inter: "Oggi celebriamo i campioni"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni