La Spagna ha vinto ancora nelle Qualificazioni a Euro 2020. Non è stata una partita agevole quella contro la Romania, piegata a domicilio per 2-1. Innanzitutto perché ci sono stati dei fischi vergognosi nel minuto di raccoglimento in memoria della figlia dell’ex c.t. Luis Enrique, morta a soli nove anni la scorsa settimana, e poi perché i romeni hanno venduto cara la pelle fino all’ultimo, grazie anche all’espulsione di Diego Llorente che ha lasciato in 10 la Spagna. Se Ceballos è stato delizioso protagonista con un assist fenomenale l’uomo copertina è stato ancora una volta Sergio Ramos, a segno per la 21esima volta con la nazionale spagnola.

Sergio Ramos nuovo goleador di questa Spagna

Leader della squadra, per età, trionfi e presenze (più di lui nella storia della Roja solo Casillas, che sarà agganciato domenica prossima). Sergio Ramos, che ha sempre avuto il vizio del gol, nell’ultimo anno e mezzo è diventato il bomber principe della Nazionale spagnola con cui ha realizzato la bellezza di 8 reti nelle ultime 9 partite, una media da vero attaccante e non da centrale difensivo (uno dei migliori al mondo). Gol contro Croazia, Galles, Inghilterra, ancora Croazia, Norvegia, poi bocca asciutta contro Malta e di nuovo a segno con Far Oer, Svezia e Romania.

Ramos insegue il record di Passarella

Sergio Ramos è nella top ten dei bomber della Spagna e ora dopo aver raggiunto Michel, a quota 21 gol, ha messo nel mirino Julio Salinas (22) e Alfredo Di Stefano (23), il mitico Emiio Butragueno è a quota 26. Il difensore del Real Madrid sta cercando di eguagliare e poi superare Daniel Passarella, grande difensore argentino, campione del mondo nel 1978 e nel 1986 e con un passato in Italia alla Fiorentina e all’Inter, che tra il 1975 e il 1986 realizzò 22 gol in 70 partite con la Seleccion.