Il Napoli vince ancora, a Marassi, nel Monday Night della 22esima giornata, ha battuto 4-2 la Sampdoria. Partita accesa, bella, intensa, i partenopei segnano con Milik e Elmas nel primo tempo, Quagliarella e Gabbiadini riportano in parità la squadra di Ranieri, poi nel finale gol di Demme e Mertens.

Milik, Elmas e Quagliarella

Nel tunnel i calciatori delle due squadre si salutano con affetto, e in parecchi si scambiano abbracci e parole amichevoli, quando si parte, 4-4-2 per la Sampdoria con Gabbiadini al fianco di Quagliarella, e 4-3-3 per il Napoli, Elmas gioca dal primo minuto con Lobotka, la squadra di Gattuso prova a imporre il proprio gioco e trova subito il gol. Il lungo e soprattutto insistito palleggio del Napoli produce l’1-0, Zielinski crossa in mezzo, Milik svetta e con un colpo di testa preciso mette il pallone nell’angolino, il polacco torna a segnare dopo un mese e mezzo. La partita si mette sui binari migliori per la squadra di Gattuso che al 16’ raddoppia, sugli sviluppi di un corner è decisiva una zampata di Elmas, che dopo aver realizzato il primo gol in Serie A si commuove.

Il Napoli dopo aver segnato il 2-0 rifiata, la Sampdoria guadagna spazio e accorcia le distanze con Quagliarella che riceve uno splendido pallone da parte di Ekdal sfrutta una scivolata di Hysaj e con una girata al volo fa gol per l’ottava volta alla sua ex squadra. Gli ultimi dieci minuti del primo tempo sono altrettanto ricchi di emozioni, la Sampdoria con una ripartenza fantastica passa da un lato all’altro del campo, Jankto colpisce il palo. Elmas e Jankto litigano e vengono ammoniti. Il Napoli va vicino al tris, Milik svetta su un cross di Callejon, Audero è bravissimo e respinge.

Gabbiadini, Demme e Mertens

Nella ripresa la partita è completamente diversa. Il Napoli sembra meno brillante, la Sampdoria invece vola e trova il pari al 55’ con Ramirez. L’uruguaiano con una semi rovesciata supera Meret, ma dopo due minuti l’arbitro La Penna annulla. Il direttore di gara rivede le immagini al VAR e cancella il pari per un mani di Gabbiadini. Segna anche il Napoli con Zielinski, ma pure questa marcatura è annullata, per fuorigioco. Il VAR è ancora protagonista al 70’ quando La Penna rivedendo le immagini assegna un rigore alla Sampdoria per un fallo di Manolas su Quagliarella, che il rigore non riesce a batterlo e dopo pochi minuti è costretto a uscire per un problema a un piede. Dal dischetto Gabbiadini insacca. Gattuso corre ai ripari e dopo aver messo Demme manda in campo Politano e Mertens e cambia modulo. All’83’ il Napoli torna avanti con un gol di Demme, che segue l’azione e si avventa su una respinta, lestissimo realizza, e come Elmas, segna il primo gol in Serie A. Il finale è caotico, segna pure Mertens al 98’ con un morbido pallonetto, gol numero 119 per il belga con i partenopei.

Il tabellino di Sampdoria-Napoli

Sampdoria (4-4-2): Audero, Thorsby, Tonelli, Colley, Augello; Ramirez (64’ Maroni), Ekdal, Linetty, Jankto (79’ Vieira); Gabbiadini, Quagliarella (75’ Bonazzoli). All. Ranieri

Napoli (4-3-3): Meret; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Elmas (79’ Politano), Lobotka (61’ Demme), Zielinski; Callejon (73’ Mertens), Milik, Insigne. All. Gattuso

Gol: 3’ Milik, 16’ Elmas, 26’ Quagliarella, 73’ rig. Gabbiadini, 83’ Demme, 98’ Mertens.

Ammoniti: Elmas, Jankto, Ramirez, Ekdal, Linetty, Politano, Demme.