Il 2020 potrebbe regalare grandi sorprese a Daniele De Rossi e a tutti i tifosi della Roma. L'ex capitano giallorosso, al momento ancora sotto contratto con il Boca Juniors, potrebbe infatti rientrare in Italia e accettare un ruolo dirigenziale nel nuovo organigramma romanista. Secondo il ‘Corriere dello Sport', qualora Dan Friedkin riuscisse a trovare un accordo con James Pallotta per l'acquisto della maggioranza della Roma, De Rossi sarebbe tra gli uomini scelti da ‘Mr. Toyota' per il management della nuova società.

Come riportato dal quotidiano romano, il progetto di Friedkin sarebbe già a buon punto (nei giorni di Natale è stata inviata un'ulteriore e decisiva offerta a Pallotta) e con De Rossi ci sarebbe già stato un contatto indiretto. Ora si attende solo una risposta in tempi brevi dal giocatore: attualmente indeciso se continuare a giocare o se appendere le scarpe al chiodo.

Il grande dubbio di Daniele De Rossi

Pesantemente condizionata dagli infortuni anche in questa parentesi argentina, la carriera di Daniele De Rossi è dunque ad un bivio importante. L'aria a Buenos Aires, dopo l'addio del direttore sportivo Nicolas Burdisso (suo grande amico e ‘sponsor'), non è più respirabile come quella di alcuni mesi fa e le possibilità di un suo ritorno in Italia si sono a questo punto alzate nelle ultime ore.

In caso di eventuale rientro anticipato, Daniele De Rossi potrebbe però scegliere anche strade diverse da quella propostagli da Dan Friedkin. Potrebbe trovare un'altra squadra e continuare a giocare (la Fiorentina si sarebbe già esposta in tal senso), oppure decidere di entrare nello staff della Federazione italiana: ipotesi di cui si era già parlato in passato, quando in molti lo avevano individuato come sostituto di Di Biagio sulla panchina dell'Under 21.