Ogni allenatore ha le sue scaramanzie e i suoi amuleti. È così anche per Thomas Tuchel, tecnico del Chelsea, che ha vinto la Champions League battendo in finale il Manchester City di Pep Guardiola grazie a un paio di scarpe. Le calzature di Tuchel avevano attirato l'attenzione a seguito di un video postato sull'account dei Blues, in cui venivano ritratti i festeggiamenti dell'allenatore tedesco e dei suoi calciatori. Nelle immagini, si vede Tuchel togliersi le scarpe e portarle in trionfo, seguito da Mount, Giroud e compagni. A spiegare la motivazione del gesto è stato lo stesso tecnico tedesco che, in un'intervista a BeIn Sports dopo il triplice fischio dell'arbitro Mateu Lahoz, ha spiegato la storia delle calzature indossate a Oporto:

Avevo queste scarpe a Parigi e avevo promesso al mio staff che le avrei indossate se fossimo andati in finale di Champions League. Erano un regalo del presidente del PSG, ma mi sono dimenticato di metterle e abbiamo perso. Stavolta le ho indossate e ha funzionato.

Le storia delle scarpe regalate a Tuchel da Al Khelaifi

Dunque, dietro il secondo trionfo continentale del Chelsea ci sarebbe Nasser Al Khelaifi, proprio l'uomo che ha deciso di esonerare Tuchel il giorno prima dello scorso Natale, facendo in modo che l'ex allenatore del Borussia Dortmund fosse libero nel momento in cui i Blues hanno deciso di disfarsi di Frank Lampard. Il tedesco ha così potuto prendere in mano i londinesi e li ha portati fino alla vittoria della Champions League, il trofeo sfuggito dalle mani a Tuchel e al PSG nella scorsa stagione, in seguito alla sconfitta in finale per mano del Bayern Monaco.

In quell'occasione, l'allora allenatore dei parigini si era dimenticato della promessa fatta al suo staff, anche se aveva l'attenuante di essere costretto a portare un tutore a causa di una distorsione alla caviglia e della frattura del quinto metatarso. Cacciato da Parigi, il tecnico non ha dimenticato di portare con sé le scarpe in questione e, nel corso dei mesi, ha iniziato ad accarezzare l'idea della rivincita in finale. Arrivato all'appuntamento di Oporto, stavolta non si è fatto sfuggire l'occasione di indossarle. Le calzature hanno fatto il loro lavoro e il Chelsea è salito sul tetto d'Europa, anche grazie a un regalo del presidente del PSG.