Stagione maledetta per Victor Osimhen. Il centravanti nigeriano ha rimediato un grave "infortunio" in Atalanta-Napoli, ed è stato costretto a lasciare il campo addirittura in barella con il sostegno dell'ossigeno. Il giocatore azzurro ha accusato un malore dopo aver colpito violentemente la nuca sul terreno di gioco per le conseguenze di una caduta legata ad un contrasto di gioco. Osimhen ha anche perso conoscenza per qualche istante.

Osimhen batte la testa in Atalanta-Napoli, cosa è successo

Grande paura per Victor Osimhen nel finale di Atalanta-Napoli. L'attaccante è finito a terra dopo un contrasto duro, ma regolare, con un avversario. Le sue condizioni però hanno subito colpito compagni e avversari che hanno chiesto l'intervento dei sanitari: Osimhen infatti è rimasto a terra, quasi esanime, toccandosi la testa. Il giocatore ha sbattuto violentemente la nuca sul terreno di gioco, durante la caduta, e per questo non è riuscito subito ad alzarsi. Momenti concitati in campo con il match che è passato in secondo piano, visto che l'ex Lille è stato posizionato sulla barella e accompagnato subito fuori anche con il supporto dell'ossigeno.

Le condizioni di Victor Osimhen

Osimhen ha perso addirittura conoscenza per qualche secondo prima di essere "rianimato" dallo staff sanitario. Immediato il trasporto in ospedale per l'attaccante che, secondo quanto riportato da Sky, ha dimostrato poi di essere cosciente. Una serata da dimenticare per il bomber, che ha vissuto un'annata davvero sfortunata. La sua avventura in azzurro sembrava iniziata nel migliore dei modi, ma poi sono arrivati nell'ordine l'infortunio grave alla spalla e il coronavirus che gli hanno impedito di poter dare una mano alla formazione di Gattuso. Ora questo nuovo problema con la speranza che non si tratti di niente di grave, ma solo di un brutto spavento.

Come sta Osimhen dopo Atalanta-Napoli

Le ultime notizie su Victor Osimhen fanno tirare un sospiro di sollievo. Secondo quanto riportato da Sky, l'attaccante sta meglio. Ora si trova all'Ospedale Papa Giovanni di Bergamo per accertamenti, per valutare al meglio le sue condizioni dopo la perdita dei sensi in campo. Il bomber solo infatti quando è salito sull'ambulanza si è ristabilito, riprendendo conoscenza in maniera stabile.