3.143 CONDIVISIONI
20 Maggio 2021
10:37

“Non parlavi fino a 10 mesi fa”: l’attacco di Bonucci a Romero non è casuale

Nei primi minuti della finale di Coppa Italia andata in scena ieri tra Atalanta e Juventus e vinta dai bianconeri per 2-1, Leonardo Bonucci ha attaccato dalla panchina il difensore bergamasco Cristian Romero, dopo un intervento nei confronti di Chiesa. “Non parlavi fino a dieci mesi fa, stai muto. Non fare il fenomeno”, le frasi di Bonucci, che dicono qualcosa sui pochi giorni passati da Romero alla Juventus, squadra che ne detiene ancora il cartellino, prima di passare in prestito all’Atalanta.
A cura di Valerio Albertini
3.143 CONDIVISIONI

A pochi minuti dall'inizio della finale di Coppa Italia di ieri sera tra Atalanta e Juventus, vinta per 1-2 dai bianconeri, si sono registrate scintille a distanza tra il difensore juventino Leonardo Bonucci e il bergamasco Cristian Romero. Dopo un contatto tra lo stesso giocatore argentino e Federico Chiesa, l'ex giocatore della Fiorentina e tutta la panchina bianconera hanno protestato veementemente. Tra questi c'era anche Bonucci, a cui Andrea Pirlo ha preferito De Ligt e Chiellini, il quale ha tuonato contro Cuti Romero: "Non parlavi fino a dieci mesi fa, stai muto. Non fare il fenomeno".

Romero è ancora di proprietà della Juventus

Un attacco personale quello del numero 19 bianconero nei confronti del centrale nerazzurro, che è ancora di proprietà della Juventus. Prelevato dal Genoa nell'estate del 2019 per 26 milioni di euro e lasciato in prestito in Liguria nella stagione successiva, l'estate scorsa Romero è stato acquistato dall'Atalanta in prestito biennale per 2 milioni di euro con diritto di riscatto a 16 milioni. Viste le prestazioni dell'argentino, appare abbastanza difficile pensare che la società di Percassi non voglia riscattarlo. Cuti, infatti, è stato uno dei migliori difensori del campionato e ha mantenuto sempre un rendimento altissimo, migliorando di partita in partita.

I pochi giorni di Romero alla Juventus e il rapporto con Bonucci

Il modo in cui Bonucci se l'è presa con lui nasconde un retroscena della decina di giorni passati da Romero alla Continassa questa estate, dall'inizio della preparazione dei bianconeri fino al 5 settembre, giorno in cui è stato ceduto all'Atalanta. La frase del difensore juventino "Non parlavi fino a dieci mesi fa" lascia pensare che l'argentino non si fosse integrato molto con i compagni nei suoi primi e unici giorni a Torino. Se davvero le cose fossero andate così, sarebbe stato anche normale. L'argentino metteva in quel momento piede per la prima volta nello spogliatoio di una grande squadra e il disorientamento, nel relazionarsi con campioni del calibro di Cristiano Ronaldo, è abbastanza comprensibile. Lascia un po' riflettere, invece, il comportamento di Bonucci, il quale "ha accusato" Romero di aver tirato fuori una personalità che non aveva mostrato alla Juventus. Le qualità dell'argentino sono ormai sotto gli occhi di tutti, forse aveva soltanto bisogno dell'ambiente giusto per esprimerle al meglio e probabilmente la società di Andrea Agnelli si è anche pentita di non aver creduto abbastanza in lui.

3.143 CONDIVISIONI
Donnarumma, Bonucci e Chiellini in bambola contro l'Argentina: l'azione del 2-0 è un film horror
Donnarumma, Bonucci e Chiellini in bambola contro l'Argentina: l'azione del 2-0 è un film horror
Demiral si ritrova di colpo alla Juventus: Allegri con sole due mosse ha una nuova difesa
Demiral si ritrova di colpo alla Juventus: Allegri con sole due mosse ha una nuova difesa
La Juventus ufficializza le cifre dell'addio di Demiral: c'è un bonus legato al suo futuro
La Juventus ufficializza le cifre dell'addio di Demiral: c'è un bonus legato al suo futuro
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni