A 73 anni è morto Goyo Benito, calciatore che ha legato gran parte della sua carriera al Real Madrid, con cui ha giocato per tredici stagioni dal 1969 al 1982. Oltre 400 partite ufficiali e un mare di trofei: sei i successi nel campionato spagnolo, nessuno però in Coppa dei Campioni.

Goyo Benito morto per Coronavirus

Al, già triste e lungo, elenco di morti dovuti al Coronavirus della Spagna si aggiunge anche il nome di Goyo Benito, difensore nato nel 1946. Benito aveva già alcuni problemi di salute e il sopraggiungere del Coronavirus ha prodotto la sua morte. Un momento ovviamente triste questo per tutto il mondo e lo è anche per il Real Madrid che nei giorni scorsi ha pianto anche la morte dell'ex presidente Lorenzo Sanz.

13 anni e 11 trofei nel Real Madrid

Difensore roccioso, d'altri tempi, un lottatore Goyo Benito che ha giocato con il Real Madrid dal 1969 al 1982, vinse in quelle tredici stagioni sei volte la Liga e in cinque occasioni la Coppa del Re, fece parte anche della squadra che perse la finale di Coppa dei Campioni nel 1981, 1-0 contro il fortissimo Liverpool. Con il Real giocò 420 partite e aveva come compagni di squadra miti come: Juanito, Gallego, Del Bosque, Camacho e Santillana. Segnò solo tre gol in carriera, disputò una ventina di partite con la nazionale spagnola, una memorabile in cui neutralizzò il mitico Gerd Muller.

Il ricordo di Iker Casillas

Sui social rapidamente si è sparsa la notizia e insieme, al tweet e al comunicato ufficiale del Real Madrid, e ai messaggi di tanti tifosi e appassionati di calcio che lo ricordano è arrivato anche il post di Iker Casillas che ha postato una foto di Goyo Benito e ha scritto: "Abbiamo avuto una notizia triste a livello nazionale e globale. Oggi noi abbiamo perso una persona incredibile, un madridista di cuore e di razza. Riposa in pace Goyo Benito".