Il Napoli dopo cinquantuno giorni è tornato a vincere. I partenopei hanno sconfitto in casa il Genk per 4-0. Non si sa ancora se Ancelotti rimarrà sulla panchina dei partenopei, l'unica certezza sono gli ottavi di Champions per i partenopei che hanno ottenuto uno squillante successo con la tripletta di Milik, che ha segnato tre gol tutti assieme per la prima volta con la maglia partenopea:

Questa è stata la mia prima tripletta con il Napoli e l'ho fatta in Champions League e davanti al nostro pubblico. Sono felice, è una notte bellissima, che arriva in un momento difficile per la squadra. Non vincevamo da qualche partita, speriamo che i momenti brutti siano passati e di poterci concentrare sui momenti belli, migliorare il gioco e vincere altre partite.

Milik non parla del futuro di Ancelotti

Nell'intervista rilasciata a Sky Sport Milik non ha voluto parlare del destino di Ancelotti, che non si dimetterànon si dimetterà ma potrebbe essere esonerato. Per il polacco sono tutte chiacchiere che non devono distrarre la squadra:

"Il futuro di Ancelotti? Non voglio parlarne, noi dobbiamo pensare solo al campo, non alle chiacchiere che arrivano da fuori.

Grazie Mertens

Milik ha voluto ringraziare il suo compagno di reparto Mertens, che nel primo tempo gli ha lasciato battere il rigore che gli ha permesso di portarsi il pallone a casa:

Sono molto contento del gesto che ha fatto e sono felice che abbia poi segnato anche lui.

La strepitosa media gol di Milik

In stagione il polacco ha giocato 9 partite e ha realizzato 8 gol (5 in 6 partite di Serie A, 3 in 3 di Champions). Milik migliora la sua straordinaria media gol. Gli 8 gol stagionali li ha realizzati in 599 minuti, che fa un gol ogni 75 minuti giocati.