Matteo Ricci è stato convocato da Roberto Mancini per le gare di qualificazione ai Mondiali 2022 della Nazionale Italiana contro Nord Irlanda, Bulgaria e Lituania. Il centrocampista dello Spezia riporta così un calciatore del club ligure nella selezione maggiore: era dai tempi di Luigi Scarabello, che nel 1936 da aquilotto venne convocato nella Nazionale Olimpica pur militando in Serie C.

Chi è Matteo Ricci? Qual è il suo percorso? Il ragazzo romano, fratello gemello di Federico in forza al Monza, è cresciuto nelle giovanili della Roma e dopo tanti anni tra Serie B e Serie C con Grosseto, Carpi, Pistoiese, Pisa, Perugia e Salernitana è arrivato l'acquisto a titolo definitivo da parte dello Spezia. In Liguria Matteo è diventato subito un calciatore importante e prima di Italiano anche Pasquale Marino lo aveva messo al centro del suo progetto tattico. Nel 4-3-3 degli Aquilotti Ricci si è messo in evidenza come mediano davanti alla difesa ed è lui che detta i tempi della manovra dei liguri: per lui in questa stagione 23 presenze con 1.759 minuti giocati e 3 assist.

Il centrocampista classe 1994 è stato uno dei grandissimi protagonisti della storica promozione in Serie A  della squadra ligure ed è il calciatore di cui Vincenzo Italiano si priva il meno possibile in mezzo al campo. La prima chiamata in Nazionale sottolinea  la crescita che il numero 8 dei bianconeri ha portato avanti nelle ultime stagioni e l'ottimo lavoro con i giovani che viene praticato dalle parti del Picco da qualche anno.

Oltre a Ricci è arrivata anche la prima convocazione anche per Rafael Toloi, che dopo il via libera ricevuto dalla FIFA è diventato un calciatore papabile per la Nazionale azzurra e alla prima occasione utile Mancini lo ha inserito nel suo gruppo. Due novità interessanti in vista delle gare di qualificazione verso la Coppa del Mondo del 2022 che si giocherà in Qatar.