"Come nelle qualificazioni per Qatar 2022, il VAR manca anche in campionato. Speriamo nella Line Technology in caso di…". Claudio Marchisio ironico attraverso il suo profilo Twitter nel corso di Juventus-Napoli, recupero della 3a giornata di Serie A che si è conclusa con la vittoria per i bianconeri per 2-1. La direzione dell'arbitro Maurizio Mariani è stata giudicata in maniera piuttosto negativa per come ha giudicato due contatti nelle due aree di rigore e anche altre situazioni durante il match di Torino.

L'ex centrocampista della Juventus e della Nazionale Italiana ha twittato dopo l'intervento di Hirving Lozano su Federico Chiesa, con il messicano del Napoli che ha travolto il calciatore della Juve che aveva già lasciato il pallone. Il fallo del calciatore azzurro sembra netto ma per il direttore di gara di Aprilia non è così e dopo il check con gli uomini al VAR la gara è proseguita senza troppi problemi.

Pochi minuti dopo è arrivato l'intervento di Alex Sandro su Zielinski nell'area di rigore opposta e anche in questo caso Mariani ha deciso di non intervenire e dopo il consulto con gli uomini designati al supporto tecnologico la decisione non è cambiata. Due decisioni del direttore di gara di Aprilia che non convincono né per la dinamica delle azioni né per gli interventi stessi. Nel finale Mariani ha concesso un penalty al Napoli per un fallo di Chiellini su Osimhen ma in questo caso la decisione è parsa quella corretta.

Claudio Marchisio ha fatto riferimento al fatto che nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2022, nel corso delle quali non ci sono supporti tecnologici e si sono verificati episodi come il goal-non goal di Cristiano Ronaldo in casa della Serbia. Una giornata non buona per il signor Mariani e per i due addetti al VAR per Juventus-Napoli, che erano Di Paolo e Peretti.