8 Settembre 2021
16:47

L’odissea dei 4 argentini cacciati dal Brasile: sono in esilio dall’altra parte del mondo

I quattro calciatori argentini della Premier League accusati di non aver seguito il protocollo sanitario in vista della partita contro il Brasile, poi sospesa, hanno raggiunto la Croazia da San Paolo prima di ritornare in Inghilterra. Per evitare la quarantena più lunga in un Covid hotel inglese Emiliano Martínez, Emiliano Buendía, Giovani Lo Celso e Cristian Romero si trovano a Hvar e continuano ad allenarsi. Aston Villa e Tottenham li aspettano tra 10 giorni.
A cura di Andrea Lucia

Emiliano Martínez, Emiliano Buendía, Giovani Lo Celso e Cristian Romero, i quattro calciatori argentini della Premier League accusati dalle autorità brasiliane di non aver seguito il protocollo sanitario in vista della gara contro i verdeoro, poi sospesa, hanno raggiunto la Croazia prima di ritornare in Inghilterra. Da San Paolo sono arrivati dall'altra parte del mondo, a Hvar, isola della Dalmazia. Nel Paese balcanico possono infatti continuare ad allenarsi e soprattutto il periodo di quarantena dura 10 giorni. Tornando direttamente oltremanica dal Sudamerica i quattro avrebbero dovuto osservare la quarantena di 14 giorni in un hotel Covid, chiusi in una stanza senza poter svolgere alcuna attività fisica. In questo modo tutti e quattro i protagonisti salteranno la partita della nazionale argentina contro la Bolivia e fanno contenti i rispettivi club. Emiliano Martínez e Emiliano Buendía, tesserati con l'Aston Villa, non parteciperanno al match in casa del Chelsea, previsto per sabato 11 settembre, e torneranno a disposizione il sabato seguente per la gara casalinga contro l'Everton. Giovani Lo Celso e Cristian Romero, invece, sono addirittura seguiti da un preparatore atletico mandato dal Tottenham per monitorare anche le condizioni del colombiano Davinson Sanchez, atteso in Croazia dopo le fatiche con la propria nazionale. I tre calciatori degli Spurs salteranno due partite: sabato 11 settembre il derby londinese in casa del Crystal Palace e l'esordio europeo in Conference League nella tana dei francesi del Rennes giovedì 16 settembre. L'allenatore Nuno Espírito Santo li riavrà a disposizione solamente per il big-match di domenica 19 settembre contro il Chelsea.

Intanto c'è attesa per la decisione della FIFA in merito all'epilogo di Brasile-Argentina, la partita di qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022 interrotta e sospesa per l’intervento degli ufficiali dell’Agenzia sanitaria brasiliana. Secondo le autorità di San Paolo i quattro giocatori argentini che militano in Premier League, tre dei quali partiti titolari (solo Buendía in panchina), avrebbero violato l'Ordinanza interministeriale n. 655, del 2021 per effetto della quale i viaggiatori stranieri transitati, negli ultimi 14 giorni, attraverso il Regno Unito, il Sudafrica, l'Irlanda del Nord e l'India, non possono entrare nel Paese. Per lo stesso motivo la Seleçao ha scelto di non convocare alcuni calciatori del calibro di Alisson, Fabinho, Firmino e Gabriel Jesus provenienti dalla Premier.

Scandalo in Argentina, 4 autogol per perdere la partita: il club rischia 5 anni di sospensione
Scandalo in Argentina, 4 autogol per perdere la partita: il club rischia 5 anni di sospensione
Un'altra amara sconfitta per Musetti, che a Sofia perde con il numero 226 del mondo
Un'altra amara sconfitta per Musetti, che a Sofia perde con il numero 226 del mondo
Jack Wilshere trova squadra dall'altra parte del mondo: l'incubo della disoccupazione può finire
Jack Wilshere trova squadra dall'altra parte del mondo: l'incubo della disoccupazione può finire
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni