498 CONDIVISIONI
5 Settembre 2021
21:30

Brasile-Argentina interrotta e sospesa dalle autorità sanitarie

La partita tra Brasile e Argentina è stata interrotta e sospesa per l’intervento degli ufficiali dell’Agenzia sanitaria brasiliana. Motivo dell’irruzione: la presenza tra le fila della Selecciòn di quattro calciatori provenienti dalla Premier League inglese che avrebbero dovuto osservare la quarantena come previsto dalle leggi del Paese sudamericano.
A cura di Maurizio De Santis
498 CONDIVISIONI

Il caos nell'Arena Corinthians di San Paolo scoppia dopo cinque minuti e al riguardo la polemica sul ruolo delle Asl in Italia e sul caso Juventus-Napoli è nulla. La partita di qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022 tra il Brasile e l'Argentina viene interrotta dagli ufficiali dell'Agenzia sanitaria del Paese carioca (l'Anvisa) e sospesa definitivamente. È stata l'Afa (la federazione albiceleste) a comunicarlo in quei momenti convulsi, anticipando la nota della Conmebol. Motivo dell'intervento: la presenza tra le fila della Selecciòn di quattro calciatori provenienti dalla Premier League inglese che avrebbero dovuto osservare la quarantena – due settimane, secondo le misure anti Covid del Paese sudamericano – ma dopo aver dichiarato il falso sulle certificazioni (è la versione delle autorità brasiliane) sono stati regolarmente convocati e inseriti dall'Albiceleste nella lista ufficiale.

Come si è arrivati a questa situazione surreale? La federazione brasiliana ha avvertito la Conmebol delle criticità relative alla posizioni di alcuni giocatori, la federazione ha fatto presente che era prevista una "bolla di sicurezza" e che la questione fosse di competenza del governo e della federazione brasiliana. In buona sostanza, riteneva che la partita potesse avere luogo regolarmente. I giocatori provenienti dall'Inghilterra sono scesi in campo e il ministero ha inviato le autorità a interrompere l'incontro che non si sa se e quando verrà disputata.

Chi sono i quattro calciatori della discordia

Si tratta di Emiliano Martínez, Giovani Lo Celso, Emiliano Buendía e Cristian Romero: tre dei quali sono stati anche schierati nella formazione titolare. Gli agenti dell'ente hanno chiesto che i giocatori abbandonassero immediatamente il campo. Posizione inaccettabile per l'Argentina che è tornata negli spogliatoi protestando con decisione nei confronti degli agenti che avrebbero voluto trattenere i calciatori considerati "fuorilegge".

L'ordinanza violata dai giocatori considerati "fuorilegge"

Perché fuorilegge? Hanno violato – dichiarando il falso, in base alle deduzioni delle autorità brasiliane – l'Ordinanza interministeriale n. 655, del 2021 per effetto della quale i viaggiatori stranieri transitati, negli ultimi 14 giorni, attraverso il Regno Unito, il Sudafrica, l'Irlanda del Nord e l'India, non possono entrare nel Paese. Per lo stesso motivo la Seleçao ha scelto di non convocare alcuni calciatori del calibro di Alisson, Fabinho, Firmino e Gabriel Jesus provenienti dalla Premier.

Il nodo della quarantena e l'avvertimento della federazione

Non è bastata nemmeno la presa di posizione della Conmebol che aveva ammonito la federazione brasiliana a non alimentare polemiche né a forzare la mano sulla questione della quarantena: se avesse impedito all'Argentina di utilizzare i giocatori provenienti dall'Inghilterra avrebbe comminato punti di penalizzazione. Avvisaglie di quel che sarebbe accaduto c'erano state nell'immediata vigilia dell'incontro ma nessuno credeva che si sarebbe arrivati a tanto.

Ufficiali dell'agenzia sanitaria ‘cacciano' dal campo i calciatori

Mai era successa una cosa del genere nella storia del calcio. Le autorità sanitarie avevano già provato a impedire ai quattro calciatori "della discordia" di uscire dall'hotel e solo "l'avvertimento" della confederazione sudamericana ha permesso che ci fosse il fischio d'inizio. Nemmeno il tempo di sudare la maglietta che l'arrivo sul rettangolo verde degli agenti della vigilanza sanitaria ha scandito quei momenti di tensione con lo staff dell'Argentina e gli stessi calciatori: erano lì per cacciare dalla partita quelli che secondo l'autorità brasiliana sono da considerare trasgressori.

Il comunicato ufficiale della Conmebol sulla sospensione

Il comunicato ufficiale della Conmebol ribadisce quanto era stato pubblicato sui social dall'Afa, la federazione argentina. In Un tweet aveva annunciato che la partita con il Brasile non sarebbe più ripresa viste le condizioni.

Le qualificazioni ai Mondiali sono una competizione FIFA – si legge nella nota ufficiale della Conmebol, la federazione sudamericana -. Tutte le decisioni riguardanti l'organizzazione e ed eventuali sviluppi sono di competenza esclusiva di tale istituzione. L'arbitro e il commissario di gara presenteranno una relazione alla Commissione Disciplinare FIFA, che prenderà le opportune decisioni. Queste procedure rispettano rigorosamente le normative vigenti. Per decisione dell'arbitro di gara, la partita organizzata dalla FIFA tra Brasile e Argentina per le qualificazioni ai Mondiali è sospesa.

498 CONDIVISIONI
"Ma non era pigro?": l'inconsueta giocata di Messi che fa impazzire l'Argentina
"Ma non era pigro?": l'inconsueta giocata di Messi che fa impazzire l'Argentina
Fuori programma in Croazia-Italia: guasto ai riflettori e match interrotto
Fuori programma in Croazia-Italia: guasto ai riflettori e match interrotto
È ufficiale, si giocherà Italia-Argentina: la "Supercoppa Maradona" diventa realtà
È ufficiale, si giocherà Italia-Argentina: la "Supercoppa Maradona" diventa realtà
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni