Il Liverpool è una macchina da guerra. La squadra di Jurgen Klopp ha battuto anche il West Ham nel recupero della 18a giornata di Premer League e grazie al calcio di rigore di Salah e al gol di Oxlade-Chamberlain nella ripresa, sullo splendido suggerimento di Firmino, ha allungato sul Manchester City a 19 punti. Il bilancio dei Reds nel campionato inglese è di 23 partite vinte e una pareggiata in 24 gare disputate, con 56 gol fatti e 15 gol subiti: una marcia inarrestabile verso un titolo che manca dalla stagione 1989/1990.

Oltre a numeri già elencati ce n'è un altro che fa capire ancora di più il dominio dei campioni d'Europa e del mondo nel torneo nazionale: il vantaggio del Liverpool in Premier League, ovvero +19 sui Citizens di Pep Guardiola campioni in carica, è superiore a quello degli altri quattro campionati europei più importanti messi insieme, visto che negli altri top-4 lo scarto totale è di 17 punti. Andando a vedere i numeri nel particolare, il distacco maggiore dopo quello del torneo britannico è quello della Ligue 1 dove sono 10 punti tra PSG e Marsiglia, poi c'è quello di Liga (tra Real e Barcellona) e Serie A (tra Juventus e Inter) di 3 punti e chiude quello della Bundesliga tra Lipsia e Bayern Monaco di un punto.

Il Liverpool ha battuto tutte le squadre di Premier

Arsenal,  Aston Villa, Bournemouth, Brighton, Burnley, Chelsea, Crystal Palace, Everton,  Leicester, Manchester City, Manchester United, Newcastle, Norwich, Sheffield United, Southampton, Tottenham, Watford, West Ham e Wolverhampton: il Liverpool ha battuto tutti i club della Premier League 2019/2020 in poco più di un girone. I Reds sono riusciti a sconfiggere tutte le squadre in una stagione per la prima volta nella storia del club di Anfield Road: la loro forza ormai non sorprende nemmeno più ma questa squadra sta riscrivendo primati e record ad ogni partita.