9 Settembre 2022
14:19

L’ira dei tifosi del Colonia dopo gli scontri di Nizza: puniti i connazionali autori delle violenze

I tifosi pacifici del Colonia giunti a Nizza solo per godersi la prima di Conference League della propria squadra si sono infuriati con i loro connazionali. Hanno voluto dare una lezione agli autori delle violenze nella folle serata di ieri.
A cura di Fabrizio Rinelli

Le immagini di violenza mostrate nella serata di ieri, a pochi istanti dall'inizio della gara valida per la prima giornata della fase a gironi di Conference League tra Nizza e Colonia, hanno fatto il giro del mondo. Scene di ordinaria follia in Costa Azzurra che hanno visto coinvolti alcuni sostenitori di entrambe le tifoserie che sono venute allo scontro. Già nel primo pomeriggio la marea rossa di tifosi del Colonia presenti a Nizza aveva fatto specie. Non è chiaro ancora quali siano state le cause del profondo scontro violento tra le due fazioni ma ciò che è accaduto ha causato un ritardo di un'ora per l'inizio della partita oltre a generare profonda indignazione espressa dai due club. Il bilancio degli scontri che si sono consumati prima all'esterno dello stadio e poi soprattutto all'interno, è di 6 feriti, di cui uno grave, a causa di una coltellata. Addirittura un tifoso viene sbalzato giù dagli spalti cadendo nell'anello inferiore.

Le forze dell'ordine hanno faticato non poco per ristabilire l'ordine sulle tribune per permettere alle due squadre di scendere in campo dato che la Uefa ha voluto comunque giocare la partita proprio per motivi di sicurezza. Sui social le immagini postate dai vari utenti mostrano scene che non hanno nulla a che fare con lo sport. Ma mettono in evidenza anche un altro aspetto. Ovviamente non tutti i tifosi del Colonia e del Nizza erano presenti allo stadio per generare violenza e infatti un video mostra proprio la rabbia e la frustrazione dei tifosi che pacificamente si erano recati a Nizza solo e soltanto per godersi la partita e di conseguenza una giornata di sport. Questi ultimi, una volta visti rientrare coloro i quali si erano resi protagonisti delle violenze sugli spalti, hanno provato a dargli una lezione.

Le immagini mostrano uomini incappucciati e vestiti di rosso che si erano in precedenza resi protagonisti di violenze con forze dell'ordine e tifoseria avversaria, rientrare nel proprio settore di stadio. Pensavano di trovare conforto e rifugio insieme alla propria gente lontano dalla polizia che cercava di individuare i responsabili e arrestarli. Ma una volta entrati nello spicchio riservato ai tifosi del Colonia, la frangia di sostenitori violenti protagonista degli scontri è stata accolta da un clima ostile. Coloro i quali erano giunti a Nizza solo per assistere alla partita si sono mostrati contrariati da quanto accaduto provando a condannare quegli pseudo tifosi.

I video mostrano proprio il tentativo da parte di alcuni tedeschi di sfilare il passamontagna dalla testa di alcuni di loro. Qualcuno prova a schiaffeggiarli, altri invece a mettergli uno sgambetto. Insomma, avrebbero voluto fargliela pagare e chiedergli di smetterla perché era totalmente inutile ciò che stava accadendo in quegli attimi assurdi e senza senso. Ne consegue uno scontro fra sostenitori tedeschi e infatti il video si interrompe proprio nel momento in cui uno dei protagonisti degli scontri cerca di ribellarsi al pubblico pacifico che voleva soltanto godersi una serata di sport in Francia per assistere alla prima del Colonia in Conference League.

L'omosessualità in Qatar: come viene punita e cosa rischiano i tifosi LGBT al Mondiale
L'omosessualità in Qatar: come viene punita e cosa rischiano i tifosi LGBT al Mondiale
1.627.466 di Storie di Sport
Beiranvand costretto a uscire dopo uno scontro violentissimo: partita sospesa per 10 minuti
Beiranvand costretto a uscire dopo uno scontro violentissimo: partita sospesa per 10 minuti
Tifosi giapponesi puliscono lo stadio dopo la partita, ma il Giappone neanche giocava:
Tifosi giapponesi puliscono lo stadio dopo la partita, ma il Giappone neanche giocava: "È rispetto"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni