L'Atalanta ha perso la gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Real Madrid e deve fare i conti anche con l'infortunio di Duvan Zapata. L'attaccante colombiano, uscito dal campo al 30′ del primo tempo e sostituto da Pasalic, preoccupa Gasperini. Le sue condizioni sono state subito valutate dallo staff medico della Dea. Una volta accompagnato in panchina infatti, al giocatore è stato applicato subito del ghiaccio sulla gamba. Da un primissimo controllo sembra proprio che possa trattarsi di una contrattura.

La diagnosi, è stata confermata anche dallo stesso Gasperini che nel post partita, ai microfoni di Sky Sport, ha fatto il punto sulle condizioni del giocatore: "Prima ho parlato con lui – ha detto – non mi sembra uno stiramento ma più una contrattura". Nello specifico, il tecnico della Dea ha sottolineato un aspetto da non sottovalutare: "Zapata si è contratto il quadricipite ed avere paura che giocandoci su avrebbe potuto fare più danni". Sta di fatto che comunque il giocatore nel corso delle prossime ore sarà sottoposto ad esami più approfonditi per accertare l'entità dell'infortunio.

Il giocatore ha abbandonato il campo visibilmente turbato, non tanto per l'infortunio in sé, quanto per aver lasciato la sua squadra priva del suo bomber, quello che avrebbe potuto superare la difesa spagnola grazie alla sua incredibile fisicità. Nel caso in cui dovesse essere confermata la contrattura, sarebbe comunque un sospiro di sollievo per Gasperini che potrebbe concedergli di riposo forse la prossima sfida di campionato contro la Sampdoria. Filtra ottimismo dallo staff medico dell'Atalanta. Da sottolineare l'atteggiamento del colombiano che è rimasto in panchina per non perdere neanche un minuto della partita e restare vicino ai suoi compagni che stavano combattendo in 10 contro 11.