Un fulmine a ciel sereno le parole di Francesco Acerbi che dal ritiro della Nazionale italiana pronta a sfidare l'Olanda ad Amsterdam in Nations League, parla del suo rinnovo contrattuale con la Lazio. Parole di fuoco da parte del centrale biancoceleste che al termine della stagione aveva chiesto un rinnovo del contratto con ritocco dell'ingaggio che al momento si aggira intorno a 1,8 milioni di euro a stagione. Ebbene, stuzzicato sull'argomento, Acerbi ha tuonato contro la società biancoceleste:

"Il contratto con la Lazio? Ho letto anche io sui giornali delle cose non vere per quanto riguarda le offerte e le cifre – rivela il difensore biancoceleste -. Le cose si fanno nelle sedi opportune, non sui giornali". Parole di fuoco che mettono in seria difficoltà la Lazio già alla prese con un mercato in entrata ricco di insidie. Il giocatore ha infatti concluso il suo intervento dicendo che questo atteggiamento gli sta dando fortemente fastidio e potrebbe dunque non essere più così sicuro di rinnovare il suo prossimo contratto in club biancoceleste.

Lazio, Acerbi alza la voce e critica il club biancoceleste: rinnovo a rischio

Rischia seriamente di non rinnovare più il suo contratto con la Lazio il difensore Francesco Acerbi. E' legato al club biancoceleste fino a giugno del 2023 e dopo aver chiesto un ritocco del suo ingaggio, sarebbe rimasto infastidito dall'atteggiamento del club. Oltre a discutere del comportamento della società, il giocatore ha parlato proprio della sua volontà, a questo punto, di non voler più rinnovare il contratto con la Lazio.

"Io credo di aver portato portato sempre rispetto alla societàha concluso Acerbi nel corso del suo interventoed è il minimo riceverlo. Se questo è l'atteggiamento che hanno, il rinnovo allora non è più nella mia testa..".