Serata particolarmente importante per l'Arsenal questa sera impegnato in Europa League con la partita che vede i Gunners di fronte al Rapid Vienna. Una serata da ricordare perché dopo 9 mesi di assenza per la prima volta in Inghilterra i tifosi sono potuti tornare allo stadio. Contingentati, con severe misure di sicurezza e protocolli ferrei ma pur sempre un primo importantissimo passo verso la normalità. Dunque, ai tempi della pandemia, anche uno sparuto drappello di tifosi è vissuto come un successo ed un evento da festeggiare. Per questo, prima dell'inizio della partita, i giocatori londinesi sono andati a bordo campo ad applaudire le persone presenti allo stadio.

All'Emirates Stadium, dunque, l'Arsenal ha potuto riabbracciare i propri supporters con cui sta per brindare alla qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League, dominando il Gruppo B. Il primo tempo del match, infatti, si è concluso con lo show dei Gunners che si sono imposti 3-0 sugli austriaci confermando il primo posto a punteggio pieno.

E' dall'inizio della pandemia di coronavirus che in Inghilterra gli stadi sono proibiti ai tifosi. In Premier League così come nelle partite interne di Coppa nessuno è potuto ritornare a vedere una partita dal vivo. Adesso, però, in accordo con le istituzioni governative e sotto supervisione del Ministero per la Salute, si è deciso di riaprire gli impianti. Posti limitati, tifosi debitamente lontani l'uno dall'altro per rispettare la distanza sociale e con la mascherina ben calata sul viso.

Il tutto ha permesso così, di rivivere una notte quasi come ai vecchi tempi, con i Gunners che potranno festeggiare insieme ai loro supporters una qualificazione oramai ampiamente raggiunta con un cammino impeccabile e senza passi falsi in Coppa. Il modo migliore per ridare il calcio al proprio pubblico e lasciarsi alle spalle uno dei periodi più difficili del calcio internazionale