Qualificarsi per la finale di Europa League in programma a Danzica (26 maggio, in Polonia). Per la Roma è impresa da "missione impossibile". Il risultato maturato nella partita di andata a Old Trafford lascia ancora un piccola possibilità alla squadra di Paulo Fonseca per eliminare il Manchester United. Basterà l'effetto José Mourinho, annunciato ufficialmente quale prossimo allenatore, per dare la scossa ai capitolini? Un'ipotesi clamorosa alla luce della pesante sconfitta subita in Inghilterra: 6-2 che toglie (quasi) ogni speranza ai giallorossi. Un parziale eccessivamente penalizzante, maturato a causa del crollo nel secondo tempo e dopo aver chiuso la prima frazione in vantaggio per 2-1 (grazie alle reti di Pellegrini su rigore e Dzeko). A provocare il crollo, oltre alla prestazione di Cavani, anche gli infortuni (Veretout, Pau Lopez e Spinazzola ko in 37 minuti) che hanno cancellato gli slot a disposizione per i cambi costringendo il tecnico a sostituzioni di emergenza.

La Roma si qualifica in finale di Europa League se…

Pendenza massima, strada tutta in salita. La Roma ha disposizione i 90 minuti regolamentari oltre, a eventualmente, ai tempi supplementari per strappare una qualificazione che, allo stato dei fatti, è contro ogni favore dei pronostici appannaggio dei Red Devils. Non basterà vincere ma servirà farlo con un punteggio molto largo e senza subire reti che potrebbero vanificare gli sforzi o rendere ancora più complessa la possibilità di passare il turno. Di seguito la combinazione dei risultati.

  • La Roma si qualifica se vince ma conservando uno scarto di 4, 5 o anche più gol (esempio: 4-0, 5-1, 6-1)
  • In caso di vittoria per 6-2 si disputeranno due tempi supplementari da 15 minuti. In questo caso per la Roma si qualifica se segna almeno un gol in più del Manchester United. Se persiste la parità di reti, considerando il computo tra andata e ritorno (per esempio: 7-3, 8-4 etc etc), a qualificarsi è la formazione inglese agevolata dalla regola delle reti realizzate in trasferta.
  • In caso di parità anche al termine dei supplementari, la qualificazione si deciderà ai calci di rigore.