Victor Osimhen si sta prendendo il Napoli. L'attaccante nigeriano è tornato a disposizione di Rino Gattuso all'inizio di marzo, in seguito all'infortunio alla testa che lo aveva visto protagonista a Bergamo, e dopo aver messo nelle gambe un po' di minuti adesso è uno dei calciatori più in forma della rosa partenopea. Il numero 9 sta aiutando il club campano a racimolare più punti possibili per raggiungere uno dei primi quattro posti della classifica, che vorrebbe dire qualificazione alla prossima edizione della Champions League, e al momento il Napoli si trova al terzo posto in classifica anche grazie ai suoi gol. Il centravanti nigeriano da quando è rientrato segna un gol ogni 96′ e si stanno finalmente vedendo in campo quelle qualità per cui il Napoli aveva speso 80 milioni di euro la scorsa estate.

L'ex calciatore del Lille ha segnato 5 reti in 51 giorni ma negli ultimi 9 match disputati dal Napoli solo quattro volte è partito titolare (Crotone, Samp, Inter e Torino): le sue reti da quando è rientrato sono state importanti per la squadra e soprattutto per permettergli di ritrovare fiducia dopo tanto, troppo, tempo passato lontano dai campi da gioco nei mesi scorsi.

Osimhen è un attaccante con caratteristiche completamente diverse da quelle degli altri presenti in rosa e ha mostrato di sapersi integrare bene anche con Dries Mertens, nelle occasioni in cui il belga si è mosso come seconda punta. Questo ragazzo classe 1998 sembra essere un vero e proprio diamante su cui lavorare perché possiede qualità in grado di poter mettere in difficoltà qualsiasi tipo di difesa: dovrà migliorare molto negli spazi stretti e in alcuni meccanismi offensivi ma le qualità per fare bene ci sono tutte.

Victor da Lagos, che era stato acquistato sotto esplicita richiesta di Rino Gattuso, vuole incidere di più e si capisce dal linguaggio del corpo che ha nel corso delle partite, non sembra mai contento di ciò che fa e spesso con proteste plateali o gesti di stizza rischia di provocare l'effetto opposto ma dimostra sempre grande voglia di fare. Aurelio De Laurentiis inizia a vedere i primi frutti dell'investimento più costoso della storia del Napoli ma se c'è una cosa di cui ha bisogno Osimhen in questo momento è di giocare e di sentire la fiducia dell'ambiente intorno. Il resto è nelle sue mani.