Arturo Vidal l'ha combinata grossa. Il centrocampista cileno si è fatto espellere per proteste poco dopo la mezz'ora di Inter-Real Madrid, complicando ulteriormente i piani della squadra di Antonio Conte, uscita poi sconfitta contro le merengues. Doppio giallo in pochi secondi per il cileno che si è scagliato contro l'arbitro Taylor, lamentandosi per la mancata assegnazione di un calcio di rigore. Nel post-partita l'ex di Juventus, Bayern e Barcellona ha reagito in maniera "rabbiosa" anche sui social, senza parole ma a suon di emoticon.

"Una sciocchezza inammissibile". Così Fabio Capello ha stroncato Arturo Vidal nel post-partita di Inter-Real Madrid. Il cileno non ha frenato il suo impeto, protestando in maniera troppo veemente nei confronti del direttore di gara Taylor. Quest'ultimo dopo aver sventolato al centrocampista il primo giallo, è stato costretto a ripetersi a distanza di pochi secondi di fronte alle reiterate lamentele del giocatore che si è avvicinato in maniera "minacciosa". Vidal molto arrabbiato per la mancata concessione di un calcio di rigore (poi smentito anche dai replay e dal silent check del Var) è tornato negli spogliatoi, continuando a protestare. In 10 contro 11, per l'Inter è stata ancora più dura e non è arrivata la rimonta sugli spagnoli che si sono imposti per 2-0

Pochi minuti dopo il fischio finale King Arturo non ha perso tempo per esternare le sue sensazioni sui social. Chi si aspettava un post di scuse è rimasto deluso: il cileno ha caricato su Instagram un'immagine gigante di un'emoticon con l'espressione arrabbiata. Il tutto accompagnato da una didascalia in cui si alterna la stessa emoticon, con quella che ritrae il pugno. Nessuna parola, nessuno sfogo, ma solo queste immagini per motivare dunque tutta la sua rabbia per quanto accaduto, in una delle serate più difficili della sua carriera.