"Arthur? Spero sia svelto di testa, perché di piede non è velocissimo… C'è da augurarsi che oltre a risolvere il problema del bilancio, Arthur possa risolvere anche il problema del centrocampo". sono queste le parole di Luciano Moggi in merito al nuovo acquisto della Juventus Arthur a ‘Casa Juventibus', trasmissione realizzata su YouTube dagli autori dell'omonimo sito Juventibus.com. L'ex direttore generale della squadra bianconera, che nell'ambito della giustizia sportiva dopo avere scontato cinque anni di inibizione ha subito la sanzione della preclusione in qualsiasi rango e categoria della FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio), si è espresso in questo modo sul calciatore brasiliano il cui acquisto è stato ufficializzato pochi giorni fa dalla Vecchia Signora nell'ambito dello scambio con il Barcellona che ha visto protagonista Miralem Pjanic.

Moggi: Arthur? Va bene come riserva

Qualche giorno fa, prima che la trattativa tra le parti venisse ufficializzata, sempre Luciano Moggi ai microfoni di Radio Bianconera aveva già criticato molto il centrocampista della Seleçao usando parole piuttosto forti:

Arthur? Io preferirei Pjanic. A me piace poco dire se la Juventus fa bene o fa male a prenderlo, se la Juve l’ha preso vuol dire che fa bene. Poi è anche una plusvalenza importante per la Juventus. Evidentemente è un giocatore che Sarri ha chiesto, quindi sarà ancora lui l’allenatore l’anno prossimo. Pjanic? Secondo me servirebbe più di Arthur per un fatto tecnico, trovata la collocazione Pjanic è un giocatore, Arthur è buono ma lento, può starci nella rosa ma come riserva. Io non credo che Arthur venga alla Juventus a fare il titolare, non può dare grande ampiezza a centrocampo più di quella che c’è adesso. È un buon giocatore, ma con delle riserve ben precise che secondo me non porteranno a migliorare la rosa della Juventus.