Una reazione che vale il secondo posto. L'Inter ha battuto in rimonta il Torino per 3-1 nella gara che ha chiuso la 32a giornata della Serie A 2019/2020 e ha agganciato la Lazio al secondo posto, a -8 dalla Juventus e a +1 sull'Atalanta che ora è quarta. I nerazzurri di Antonio Conte hanno portato a casa il match con una grande reazione nella prima parte della ripresa dopo un primo tempo opaco e che aveva fatto temere il peggio al club meneghino, che non trovava la vittoria dalla goleada contro il Brescia.

Non è stata una gara semplice per i nerazzurri, che dopo una partenza propositiva al 17′ si sono ritrovati sotto nel risultato in virtù della ‘papera' di Handanovic su un innocuo cross da calcio d'angolo: Belotti era nei pressi e con un tocco comodo ha infilato la palla in porta. La reazione nella squadra di Conte nel primo tempo non è stata all'altezza e i granata hanno reclamato anche un calcio di rigore, per un tocco di braccio di Bastoni, ma all'inizio della ripresa è cambiata la musica e in sei minuti la gara è stata ribaltata: Ashley Young ha sfruttato una bella sponda di Lautaro e ha trovato il gol con un tiro al volo da pochi passi e poi Diego Godin ha battuto Sirigu di testa dopo una torre di Alexis Sanchez su una bella azione partita dalla lunetta dell'angolo. Con la rete dell'uruguagio, la prima in Serie A, sono andati in gol 18 calciatori diversi per l'Inter.

A chiudere i conti ci ha pensato Lautaro Martinez poco dopo l'ora di gioco: il numero 10 dell'Inter è tornato al gol dopo il rigore sbagliato con il Bologna e ha sfruttato benissimo il secondo assist di giornata di Sanchez, anche stasera il migliore in campo dei nerazzurri. È il 13° gol in campionato per il Toro di Bahia Blanca. La reazione del Torino è tutta in una traversa colpita di testa da Belotti, per il resto l'Inter ha amministrato bene il doppio vantaggio e si è portato a pari punti (68) con la Lazio al secondo posto.

Christian Eriksen è ormai un "caso": per il danese solo 7 minuti anche questa sera e terza panchina dal 1′ nelle ultime quattro gare ma Borja Valero, che lo ha sostituito nel ruolo di trequartista, ha fatto un buon lavoro anche questa sera ed è rimasto in campo per tutti i 90′. L'ex Tottenham ha rischiato anche di trovare il gol nel finale ma il suo tiro è stato neutralizzato da Sirigu.

Il tabellino di Inter-Torino

RETI: 17′ Belotti, 48′ Young, 51′ Godin, 61′ Lautaro Martinez.

INTER (3-4-1-2): Handanovc; Godin (76′ Skriniar), de Vrij, Bastoni; D'Ambrosio (72′ Candreva), Gagliardini, Brozovic, Young (72′ Biraghi); Borja Valero; Lautaro Martinez (83′ Eriksen), Alexis Sanchez. A disposizione: Padelli, Berni, Pirola, Ranocchia, Asamoah, Agoumé, Esposito. Allenatore: Conte.

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, N'Koulou, Bremer; De Silvestri (64′  Singo), Rincon, Meité (64′ Lukic), Ola Aina;  Verdi (75′ Millico), Ansaldi (64′ Berenguer); Belotti. A disposizione: Rosati, Ujkani, Ghazoini, Djidji, Lyanco, Greco, Adopo, Edera. Allenatore: Longo.

ARBITRO: Davide Massa della sezione di Imperia.