Inter-Juventus non è mai una partita come le altre ma quest'anno assume un contorno ancora più succoso e, permetteteci, gustoso per la presenza di Antonio Conte sulla panchina della squadra milanese. Il tecnico salentino a legato a doppio filo la sua carriera calcistica con i colori bianconeri, prima da calciatore e poi da allenatore, ma da questa stagione siede è al timone del club nerazzurro. Molti hanno parlato di tradimento, altri di ripicca, e, probabilmente, si tratta solo di questioni lavorative che a determinati livelli vanno oltre le logiche del tifo tradizionale ma, si sa, sono queste le situazioni che accendono ancor di più il calcio e le rivalità.

Oltre ai vari sfottò perpetuati negli anni da parte del 50enne di Lecce nei confronti degli ex rivali nerazzurri in occasione del 5 maggio 2002 e negli anni successivi, negli almanacchi della Serie A abbiamo scovato un goal dell'allora centrocampista della Juventus a San Siro contro la Beneamata che solo i più attenti, e quelli dotati di grande memoria, ricordano.

Tiro al volo e gol: il Conte bianconero esulta a San Siro

Era un pomeriggio d'aprile del 1996 e la squadra di Marcello Lippi cercava di restare in scia del Milan di Capello, che la domenica dopo si consacrò "campione d'Italia" per la 15a volta. Dall'altra parte c'era un'Inter che veniva dalla solita stagione travagliata da cambi di tecnici, ben tre, e poche ambizioni finali ma, come sempre, l'arrivo della Vecchia Signora al Meazza accende gli animi. Dopo la rete di Attilio Lombardo alla prima azione pericolosa, ecco che il centrocampista leccese portò a due le segnature dei bianconeri nella ripresa.

Al 55′ Jugovic vinse un contrasto con un avversario e pennellò al centro dove Conte, per l'occasione anche capitano, calciò al volo e infilò la biglia nell'angolo basso alla destra di Pagliuca. Una rete di pregevole fattura da parte di Antonio Conte, che già nel primo tempo aveva cercato la porta avversaria in acrobazia. Il goal di Maurizio Ganz accese San Siro ma i nerazzurri non riuscirono a pareggiare e la gara si chiuse con il risultato di 2-1 per i bianconeri. Per la cronaca: poche settimane dopo la Juventus vinse la Champions League, o Coppa dei Campioni, allo stadio Olimpico di Roma contro l'Ajax.