297 CONDIVISIONI
5 Luglio 2021
15:43

Il rituale dell’Italia agli Europei: Vialli, il pullman e quella scena che si ripete

L’Italia anche in occasione della marcia d’avvicinamento alla semifinale degli Europei contro la Svizzera si è resa protagonista di una serie di gesti, ripetuti anche in occasione dei fortunati match precedenti. Protagonista di quello che è un vero e proprio rito scaramantico il capo delegazione Gianluca Vialli.
A cura di Marco Beltrami
297 CONDIVISIONI

"Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male", diceva Eduardo De Filippo. Un pensiero che a quanto pare anche gli azzurri sembrano aver fatto proprio, in occasione degli Europei, finora rivelatisi assai fortunati. Il gruppo di Mancini anche nella marcia d'avvicinamento alla semifinale contro la Spagna, ha ripetuto una serie di piccoli riti scaramantici messi in pratica già in occasione dei match precedenti. Protagonista di uno di questi anche il capo delegazione della Nazionale Gianluca Vialli.

La grigliata di gruppo dopo la vittoria, la partita a padel del commissario tecnico, e infine anche la riproposizione esatta della sequenza con cui i giocatori arrivano e si siedono nel pullman in partenza da Coverciano (con Acerbi primo e Donnarumma ultimo). A proposito di pullman c'è anche chi, rischia ogni volta di essere dimenticato, volontariamente però. Si tratta di Gianluca Vialli, capo delegazione e figura che con la sua esperienza e il suo carisma si sta rivelando fondamentale nel gruppo diretto dal gemello Roberto Mancini.

Tutto è nato da un imprevisto accaduto prima della seconda partita dell'Italia a Euro 2020. In occasione della partenza da Coverciano in direzione Roma per il match contro la Svizzera, Gianluca Vialli è stato quasi "dimenticato" all'esterno del Centro tecnico, con l'autobus della squadra che già si era messo in moto. Fortunatamente tutti si sono accorti in tempo dell'assenza dell'ex bomber che così tra un sorriso e uno sfottò, è salito sul pullman.

Una situazione che da lì in poi si è trasformata in un vero e proprio rito scaramantico. Anche in occasione della partenza da Coverciano, prima di prendere il volo per l'Inghilterra, dove la Nazionale disputerà la semifinale contro la Spagna martedì 7 luglio, la situazione con protagonista Vialli è stata volontariamente riproposta. L'ex centravanti è stato l'ultimo a salire sul mezzo, dopo che questo si era già mosso. E la speranza ora è che tutto vada come in occasione dei precedenti, anche in campo.

297 CONDIVISIONI
L'abbraccio tra Vialli e Mancini diventa un murales
L'abbraccio tra Vialli e Mancini diventa un murales
528 di Sport Fanpage
Deschamps al veleno: "Italia e Inghilterra sono state avvantaggiate agli Europei"
Deschamps al veleno: "Italia e Inghilterra sono state avvantaggiate agli Europei"
L'Italia vola con Filippo Ganna: oro nella staffetta mista agli Europei
L'Italia vola con Filippo Ganna: oro nella staffetta mista agli Europei
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni