Il Napoli torna a vincere, lo fa nel segno di Zielinski grande protagonista nella partita con il Cagliari. Il polacco ha segnato una doppietta ed ha mandato al tappeto la squadra di Di Francesco, che perde ancora contro una big. Gattuso festeggia i tre punti, ma non riesce a superare la Roma, che ha sconfitto in casa la Sampdoria. Nel 4-1 gol pure di Lozano e Insigne, per i sardi marcatore Joao Pedro.

Zielinski protagonista già nel primo tempo

Il Cagliari si presenta in campo senza Rog che ha finito la stagione e Godin, infortunato. La formazione comunque è di tutto rispetto con Simeone e Joao Pedro in avanti. Gattuso conferma Petagna centravanti e nel 4-2-3-1 mette in posizione più avanzata Zielinski. In porta c'è Ospina. Dopo 53 secondi ci prova proprio il giocatore polacco, che calcia dal limite, Cragno c'è. Il Napoli prova a fare la partita e ha due occasioni, una con Petagna e l'altra con Insigne. Al 26′ il Napoli passa con un gol di Zielinski, uno dei più pimpanti. Il centrocampista con una conclusione potente e precisa finalizza una splendida azione nata da Di Lorenzo e proseguita da Petagna. Il Cagliari risponde subito con Simeone che sfrutta un errore della difesa azzurra ma non centra la porta. Mentre Cragno si merita gli applausi per le parate su Insigne e Bakayoko.

Perla di Zielinski

Il Napoli non riesce a infliggere il colpo del ko e al 60′ il Cagliari trova il pareggio con un gol di Joao Pedro. Il brasiliano si libera troppo agevolmente di Maksimovic e con un tiro molto potente non lascia scampo a Ospina, è 1-1. Il pari dura un minuto. Zielinski riceve un bel pallone dalla fascia destra, dribbla due giocatori nell'area di rigore del Cagliari, fa una giocata degna di Zidane e davanti a Cragno è implacabile.

Un gol che avrebbe meritato applausi scroscianti. Poco dopo i sardi restano in 10 per l'espulsione di Lykogiannis, doppio giallo per il greco. Di Francesco toglie Sottil e lo sostituisce con Tripaldelli. Lozano ha la palla del tris, ha la chance di chiudere l'incontro, ma il messicano non riesce a battere Cragno. Poi arriva il gol del ‘Chucky' che è lestissimo a sfruttare un pallone vagante e firma il settimo gol in Serie A. A cinque minuti dal termine il Napoli ottiene il primo rigore della stagione, Insigne fa poker, 4-1. Una bella iniezione di fiducia per i partenopei che tornano al successo e lo fanno in modo squillante.