23 Gennaio 2022
11:58

Guardiola mente sapendo di mentire: “Non so nulla”. Ma il City piazza il colpaccio, bruciati tutti

Il Manchester City è ad un passo dalla chiusura per l’oggetto dei desideri di Pep Guardiola. Il tecnico catalano finge di non saperne nulla, ma il club dello sceicco Mansour ha bruciato tutto il mondo.
A cura di Paolo Fiorenza

Ieri il Manchester City ha interrotto la sua striscia di 12 vittorie consecutive in Premier League, pareggiando 1-1 in casa del Southampton e ridando un esile filo di speranza al Liverpool che insegue a 12 punti di distanza ma con due partite in meno. Nel dopo partita è stato chiesto a Pep Guardiola cosa pensasse dell'ormai vicinissimo acquisto di Julian Alvarez dal River Plate ed il tecnico degli Sky Blues ha fatto lo gnorri: "Non ho nessuna informazione dal club, nessuna. Non una parola, non so niente".

Con tutta la stima per l'allenatore catalano, sembra impossibile che non sia a conoscenza della trattativa in fase di chiusura per il quasi 22enne argentino, che dovrebbe andare a colmare la sua richiesta di un erede di Aguero al centro dell'attacco del City. Inseguito da mezza Europa – in Italia dalle due milanesi e dal Napoli – Alvarez è ad un passo dal trasferirsi a Manchester, con piena soddisfazione anche del River, che vede accolte le proprie richieste per un giocatore il cui contratto andrà in scadenza a dicembre di quest'anno.

L'offerta totale del City raggiungerebbe infatti i 27 milioni di dollari (quasi 24 milioni in euro), cifra da cui bisognerebbe sottrarre la percentuale di tasse: al club argentino finirebbero dunque circa 21 milioni di dollari (18,5 in euro). Una cifra che è anche superiore alla clausola rescissoria presente nel contratto di Alvarez, a testimonianza di una trattativa condotta all'insegna della massima sintonia tra le parti. Inoltre il River sarebbe ulteriormente gratificato, visto che il club dello sceicco Mansour sarebbe disposto a lasciare il giocatore alla squadra di Gallardo almeno fino a metà anno, con qualche possibilità di tenerselo anche dopo, fino al termine della stagione argentina, ovvero all'inizio dei Mondiali in Qatar.

Al di là di formula e cifre, quello che sembra certo è che la giostra allestita da Guardiola si doterà a breve di un giocatore con caratteristiche non presenti al momento nella rosa del City, in modo da fornire un'opzione di gioco diversa alla squadra. Un cambio di spartito che potrebbe essere decisivo in Champions League, dove la presenza di un uomo che abbia il gol nel sangue può fare la differenza al livello più alto. In quel momento avere dalla propria parte uno come il ‘Ragno' Alvarez sarà cosa buona.

Il Manchester City tra Pogba e la Juve, l'accordo era fatto: il francese ha rifiutato per paura
Il Manchester City tra Pogba e la Juve, l'accordo era fatto: il francese ha rifiutato per paura
Comportamento inspiegabile di Guardiola prima di Real-City, tutti vedono: "Sta così da mezz'ora"
Comportamento inspiegabile di Guardiola prima di Real-City, tutti vedono: "Sta così da mezz'ora"
Mahrez ignora Foden, il City non affossa il Real Madrid e Guardiola si infuria
Mahrez ignora Foden, il City non affossa il Real Madrid e Guardiola si infuria
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni